Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Le nostre comunità, sempre più luoghi “morti ”

ama-inzago-disoccupati

Basta andare un po’ in giro per Basiano per capire che c’è lassismo, poco controllo delle principali istituzioni  del territorio ai fini di tutela dei cittadini e delle nostre comunità.

Ho sempre sostenuto che per combattere il vandalismo e fatti , a mio avviso , molto più gravi come quelli legati al mondo della droga e dello spaccio, presente nei nostri territori, si debba intervenire soprattutto con percorsi educativi di prevenzione e con l’integrazione di un supporto significativo delle istituzioni delegate alla sicurezza e al controllo delle nostre comunità.

Sento dire spesso , da un po’ di tempo a questa parte che i nostri paesi , e Basiano, siano diventati sempre più luoghi “morti”, una definizione che mi fa pensare anche linguisticamente e mi fa pensare a come si faccia presto a essere luoghi di appannaggio di delinquenza e di criminalità , qualcosa che va oltre ai fatti di vandalismo registrati e in aumento , seppur preoccupanti , ma non quanto ciò di cui si parla “sottovoce”, ciò che preoccupa molti genitori tra Basiano e Masate , e dintorni, preoccupa per i propri figli e preoccupa perché rispetto a certe dinamiche soprattutto se si è adolescenti non si è sempre pronti e consapevoli e mi riferisco all’uso di alcol e di droghe diffuse soprattutto tra i minorenni .

Credo che “la bellezza” in senso generale aiuti a superare tante fragilità e possa aiutare i giovani a orientare il proprio sguardo alla bellezza della” vita” e a sapersi difendere dalle facili trappole della noia e dell’autodistruzione morale e fisica, come le droghe e altre gravi dipendenze in cui cercare soluzioni artificiose e mortali ai propri problemi.

Quello che farei , se avessi la responsabilità in qualità di amministratore, è creare tante oasi di “bellezza” , di “poesia” in giro nei punti più trascurati e abbandonati del nostro luogo che abitiamo ; creerei luoghi in cui risulti difficile poter compiere atti di vandalismo e brutture di ogni genere , continuerei senza tregua  a generare senso e riflessione su questi aspetti . Sfiderei questa tendenza negativa di “distruzione”, da tanti punti di vista, contrapponendo “creatività” e “cultura” , intese come leve di prevenzione , partendo proprio dai giovani del paese , coinvolgendoli e ascoltandoli per dare loro quello spazio e quella identità che chiedono a loro modo , un’identità che bisogna saper decodificare e incanalare in maniera virtuosa e positiva.

Mi piacerebbe che i nostri giovani potessero trovare luoghi in cui  cogliere situazioni di “bellezza” che facciano la differenza all’interno della comunità che abitano, in cui creare loro stessi motivi di rivalutazione di un’identità e quel senso del “farsi comunità” che è andato scomparendo.

Penso di organizzare un incontro pubblico, in autunno prossimo, su tutti questi aspetti legati al mondo giovanile e in particolare mi piacerebbe aprire ad una riflessione laica sulla questione delle droghe e delle diverse dipendenze giovanili oggi. Ci penso da tempo ed ho in mente tutto , forse ora è arrivato il momento  per  tornare a “parlare” e a creare un nuovo racconto di costruzione attiva del “farsi comunità” e non di inerme rassegnazione a ciò che si può provare a cambiare  per una vita  di relazioni qualitativamente e spiritualmente migliori, la nostra vita e quella dei nostri ragazzi.

 

Stefania Cavallo

6 agosto 2018

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: