Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

biogas-cav-650x488Cem 1

SIT IN NO BIOGAS MASATE , 19 giugno h. 17 , Cavenago Brianza Cascina Santa Sofia area ex discarica

Date salienti e i momenti più importanti di questa lotta NO Biogas Masate

Sit in CEM NO Biogas

 Ho pensato di ripercorrere le date salienti e i momenti più importanti di questa lotta che dice NO agli impianti di biogas e biometano che si vogliono costruire (Amministrazione e privato) sul terreno di Masate. Impianti datati con ricadute molto dannose in termini di viabilità, di inquinamento dell’aria, di salute dei cittadini , con alti rischi per il suolo e l’intera zona. Il Comitato No Biogas Masate ha aperto gli occhi a molti cittadini . Solidarietà , partecipazione e unione per questa giusta causa sono fondamentali

13 Marzo 2018

Costituzione del Comitato “No Biogas Masate”

Primi articoli sulla Gazzetta locale della Martesana : Il Comitato “smaschera” i politici locali “tutti sapevano da tempo dell’impianto” (31 marzo 2018) . La “bomba” è arrivata tramite i social , dove sono stati pubblicati i documenti relativi all’adozione della Variante del Pgt passata in Consiglio comunale a Masate , nel novembre del 2016 e dove si parla espressamente di insediamenti di strutture per produrre biometano . Da qui il Comitato No Biogas Masate parte con una raccolta firme che supererà nel breve ogni aspettativa , così come su Facebook lo stesso comitato , in poco tempo, supererà i 5 mila iscritti.

Proprio martedì 13 marzo 2018 si costituì il comitato “No biogas Masate”. “Il sodalizio è nato in seguito all’incontro sull’impianto che si è tenuto venerdì in paese e dopo l’apertura di una pagina social che ha registrato, nell’arco di poche ore, migliaia di adesioni. “Basta prendere decisioni che influiscono sulla salute della gente”, hanno detto i promotori del gruppo.

“Non ci siamo improvvisati”

Gli esponenti del comitato hanno voluto sottolineare di non essere un gruppo improvvisato. “Ci sono persone esperte e associazioni che ci seguono nella nostra azione e programmeremo vari step. Non vogliamo procedere di pancia. e stiamo lavorando per operare di concerto con i comitati di altri paesi”.  Il comitato non esclude la possibilità che questa sera, in occasione del Consiglio comunale qualche persona potrebbe inscenare qualche protesta contro l’installazione dell’impianto per il biogas. “Ci dissociamo anticipatamente da chiunque dovesse avere qualche comportamento non corretto”, hanno sottolineato” (http://lamartesana.it/attualita/masate-si-costituito-comitato-no-biogas/).

 

12 aprile 2018

Primo incontro congiunto tra Comitato No Biogas Masate e Comitato civico di Gessate

“Gli esponenti del comitato “No biogas Masate” hanno espresso la loro soddisfazione per la presenza in aula di tante persone e per l’interessamento dimostrato dai consiglieri di Città metropolitana, oltre che per il trend della loro petizione contro l’installazione di un impianto per la produzione di biometano nel loro paese, che sta raccogliendo moltissime firme. Rammaricati, invece, per l’assenza all’incontro di rappresentanti dell’Amministrazione masatese. Una posizione analoga è stata espressa anche dagli esponenti del M5s di Pozzo, per l’assenza all’assemblea del loro sindaco e dell’assessore all’ambiente”. (http://lamartesana.it/attualita/masate-il-biogas-fa-il-tutto-esaurito-anche-a-gessate/).

Sono intervenuti diversi relatori a fianco del Sindaco di Gessate che col Comitato civico di Gessate ha ospitato i fautori del Comitato No Biogas Masate. Sindaci , di Trezzano Rosa e di Pessano con Bornago presenti al tavolo dei relatori, esponenti politici di diversi Enti , come Massimo De Rosa della Regione Lombardia, sempre presente ed attento in tema ambientale, così come Alessandro Braga, presente nella veste di consigliere di Città metropolitana e Massimo Gatti , sempre presente anche lui a sostegno delle giuste cause a tutela del territorio , tutti hanno preso la parola parlando di soluzioni possibili e di possibili alternative.

Molte le perplessità e le preoccupazioni espresse dagli interventi del pubblico presente in aula e molte le questioni aperte , come il diverso ruolo tra i vari soggetti coinvolti , come CEM e i sindaci dei comuni consorziati , il ruolo del privato proponente , i responsabili di Città Metropolitana e della Regione.

Quando si pensa di creare un impianto di BIOGAS, si tratta di un processo che deve svolgersi in totale trasparenza , da condividere con le popolazioni interessate.

Un processo che deve   garantire certamente la salute dei cittadini , tutte le questioni e criticità annesse e inoltre deve dire quali sono i “benefici” anche di tipo economico per le popolazioni coinvolte.

Vorrei integrare  , quanto ricordato sino ad ora , con quanto emerso durante un importante consiglio comunale a Basiano , lo scorso 4 aprile e un mio contributo a riguardo:

Posted by Stefania Cavallo on Wednesday, April 4, 2018

 

12 maggio 2018

Biogas, la protesta scende in piazza

no biogas 4

Basiano Masate corteo di protesta, sabato 12 maggio 2018, contro l’impianto per la produzione del biogas destinato a sorgere a Masate.

“Quasi duecento persone hanno preso parte alla marcia di protesta organizzata dai Comitati di Masate, Inzago e Gessate contro i nuovi impianti biogas sul territorio masatese. Un corteo rumoroso che si è snodato dal Municipio di Basiano fino a quello di Masate. “Non è sbagliata l’idea di creare impianti che producano energia in questo modo, è sbagliato il luogo in cui si vuole farlo e la tecnologia che il nuovo impianto utilizzerebbe, già superata” hanno tuonato i membri del comitato”.

“Al termine della manifestazione una piccola delegazione dei “No Biogas”  è stata accolta dal primo cittadino masatese Vincenzo Rocco. Nell’incontro, proseguito per un’ora, sono stati chiesti chiarimenti circa il comportamento dell’Amministrazione nei confronti del progetto. “Il nostro non è un atteggiamento acritico – ha spiegato il primo cittadino – Per noi l’impianto è utile ammesso che venga fatto nel migliore dei modi. Non vogliamo subire questa situazione ma gestirla al meglio”.

(http://lamartesana.it/cronaca/basiano-masate-manifestazione-contro-limpianto-di-biogas/)

 

26 maggio 2018

Biogas , discussione in Regione

A portare la vicenda al Pirellone è stata una mozione targata Movimento 5 Stelle , discussa poi in commissione ambiente. Il Consigliere regionale Massimo De Rosa sin dall’inizio ha seguito da vicino e con sensibilità questa vicenda , unendosi al Comitato No Biogas Masate. Di seguito un suo contributo a riguardo:

http://www.massimoderosa.it/impianti-biogas-e-biometano-il-consiglio-regionale-decide-di-approfondire/

Le azioni potranno essere sia a livello nazionale sulle norme relative agli incentivi, un percorso più lungo, sia a livello regionale , con audizioni in concertazione col comitato e i sindaci .

Un gioco di squadra che restituisce  tutto l’impegno del Movimento 5 Stelle sul territorio su tematiche molto importanti per le ricadute e il forte impatto sulla nostra salute e le nostre zone.

Infine, cosa per nulla marginale, la discussione in Commissione  sarà l’occasione per sollecitare Regione Lombardia a porsi come cabina di regia, accrescendo la vigilanza e i controlli ambientali sulla qualità dell’aria, delle acque e dei terreni nelle aree limitrofe a questo tipo di impianti.

 

1 giugno 2018

Conferenza dei Servizi in regione per l’impianto per il biometano a Masate

Accolta la relazione tecnica prodotta dagli esperti dei comitati ( vd. Gazzetta della Martesana del 2 giugno).

“I tecnici dell’ente sovracomunale, analizzeranno lo studio effettuato dai professori universitari incaricati dai sodalizi , e faranno proprie i problemi e le prescrizioni evidenziate che saranno aggiunte al documento che sarà successivamente portato in un tavolo tecnico per essere ridiscusso.” Nel frattempo i comitati hanno presentato una petizione contro l’impianto accompagnata da 1642 firme , con destinatari del documento i sindaci del Cem , Città metropolitana e gli enti preposti come Arpa, Sta e Regione Lombardia.

Anche il consigliere di Città metropolitana Pietro Mezzi ha inviato nei giorni scorsi una lettera al sindaco di Masate per proporre la sospensione della procedura (http://lamartesana.it/attualita/biogas-masate-il-consigliere-delegato-alla-pianificazione-propone-di-ripartire-da-zero/) e il Sindaco Rocco ha replicato, dicendo a Mezzi di intervenire direttamente egli stesso presso i funzionari e i dirigenti di Città Metropolitana, chiamati , per competenza, a istruire la pratica , facendo sospendere così l’iter istruttorio. Inoltre il Sindaco di Masate evidenzia di aver inviato già due mesi fa una richiesta formale di chiarimenti sull’impianto con 8 punti relativi in particolare all’impatto olfattivo e viabilità ecc. , ma non è mai arrivata una risposta.

 

19 giugno 2018 h. 17.00

Sit in Riunione Sindaci CEM Ambiente, Cavenago Brianza , sede CEM , area ex- discarica

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i borgomastri ad esprimersi contro il conferimento del Forsu (Frazione organica da rifiuti solidi urbani) all’impianto masatese.

Durante la riunione si dovrà decidere se CEM conferirà i rifiuti al nuovo impianto biogas in progettazione sul territorio di Masate- Inzago, per altro non ancora approvato da città metropolitana. L’esito finale della votazione di questa riunione ci dirà se i sindaci hanno a cuore la difesa del nostro territorio, fermando il continuo degrado della zona o se invece favoriranno solo gli interessi di un privato che grazie ai forti incentivi pubblici costruirà questo impianto.

Abbiamo buone speranze che da oggi uscirà un’indicazione ,da parte dell’Assemblea Cem dei 61 Sindaci, di prendere del tempo per fare ulteriori valutazioni e ripensare un progetto di gestione della Forsu in cui Cem diventi l’unico soggetto pubblico per la  gestione  dell’impianto previsto e si assuma la responsabilità di recuperare un proprio ruolo  strategico per la risorsa “territorio”, per i cittadini e per le comunità.

Ecco la lettera lasciata ai sindaci oggi:

Lettera ai sindaci Cem 19 giugno 2018

Volantino distribuito oggi:

Volantino No Biogas Masate

Volantino retro No Biogas Masate

Link dell’evento creato su Facebook : https://www.facebook.com/events/451377391953975/

I nostri guerrieri irriducibili del Comitato No Biogas Masate

Cem 1

Cem 2

Cem 3

 

Diffondete queste informazioni e partecipate domani al Sit In, in programma a Cavenago

Abbiamo bisogno della partecipazione di tutti e la movimentazione popolare può cambiare decisioni importanti .

no biogas 3

Stefania Cavallo

18 giugno 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: