Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

scuola e vita

 

“Se i ragazzi non rispettano le regole e non hanno il senso e il rispetto dell’autorità E’COLPA DEI GENITORI che non gliel’hanno insegnato e sono solo i genitori che hanno questo compito educativo!”

Queste sono le parole pronunciate ieri ,da un Direttore scolastico, di fronte ad una platea numerosa di genitori che si apprestano ad accompagnare i loro figli ad una nuova avventura scolastica.

Ecco alcune riflessioni in merito.

Intanto mi chiedo quale sia il motivo per cui si debba “sparare “sui genitori e proprio ad una presentazione di inizio anno scolastico e poi quale sia il motivo per cui con tali affermazioni i genitori, che sono impegnati e attenti, non si debbano sentire presi per la giacchetta e affermare le loro ragioni per dire a questa persona che il suo è un palese pregiudizio educativo, culturale e sociale, purtroppo oggi molto diffuso.

E’ più facile individuare un colpevole quando non si vuole analizzare la situazione e cercarne le cause, perché fare questo lavoro è faticoso e può distruggere stereotipi e pregiudizi sui quali ci sono persone che basano la loro esistenza e la loro vita relazionale e sociale.

In molti pensano che i genitori siano gli unici grandi responsabili di una certa deriva giovanile educativa contemporanea, ma non la sottoscritta.

Personalmente parlo sempre di responsabilità educative condivise tra le varie agenzie formative tra cui ovviamente le famiglie hanno un ruolo importante ma non è l’unico.

Come genitore so bene che i ragazzi in fase adolescenziale cambiano e il loro riferimento non è più la famiglia, a cui ci si oppone in maniera anche violenta , ma diventa il gruppo dei pari , la Rete ossia il mondo virtuale , e la società con i vari facili richiami al consumismo edonistico , si diceva una volta, e a modelli  di vita del tipo  “tutto è possibile” , “tutto e subito”  senza  far  fatica e darsi del tempo per elaborare e approfondire, perché siamo nel tempo in cui tutto resta in superficie, il sapere è liquido come quello che si  trova su Internet e così  sui vari  Social.

Quali strumenti hanno a disposizione i genitori oggi?

Ne hanno diversi , intanto sapere che rappresentano sempre un’importante “risorsa” per sé e per gli altri e per tutte le altre agenzie formative con cui potranno collaborare , ecco perché trovo stucchevole e anacronistico far partire un discorso di inizio anno scolastico “sparando a zero” sui genitori , mi sembra un gioco facile e che purtroppo non porta da nessuna parte, perché la scuola ha bisogno della collaborazione delle famiglie e viceversa e una cura delle parole durante gli incontri è per me molto importante e determinante.

Le parole, una comunicazione attenta sul piano emotivo, possono “attrarre” o “allontanare” e queste sono competenze che per degli adulti che operano con adolescenti e famiglie dovrebbero far parte di “conoscenze basiche”, in particolare in quei percorsi formativi inerenti a percorsi giovanili di apprendimento.

Fare il genitore, così come fare il figlio adolescente, è un’impresa impegnativa ed è per questo che i genitori devono sempre formarsi, auto-educarsi al cambiamento, e confrontarsi con gli altri genitori perché solo in questo modo possono far emergere delle buone pratiche educative ed eventualmente trovare quell’energia di cui necessita spesso la sfida educativa. Ribadisco che è importante che il genitore non resti mai isolato, ma possibilmente si confronti, anche in gruppi di mutuo-aiuto, e prenda parte alla vita scolastica del proprio figlio, accogliendo successi e fallimenti, nel rispetto di un concetto evolutivo di crescita e senza mai abbassare la guardia, così come non fornire deleghe in bianco del proprio compito educativo a chicchessia.

Per oggi mi sembra di aver fornito diversi elementi di riflessione sulla questione che è inesauribile e mai scontata.

Stefania Cavallo

6 settembre 2017

GENITORI EQUILIBRISTI  - 2-

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: