Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

ESSERE FIGLI

Con mio padre

ESSERE FIGLI

Essere figli

“Essere figli è un privilegio che solo quando ti viene sottratto dalla vita comprendi perché è facile cadere nelle malinconiche assenze di volti, voci e abbracci che ti hanno fatto grande… anche se faresti di tutto per tornare bambino e ritrovarlo ancora lì quell’ abbraccio con cui stringevi tutto il tuo mondo.”

Gianfranco Iovino

 

 

L’essere figli o figlie è qualcosa che fa parte della nostra identità, da quando veniamo al mondo, col nostro nome e cognome, anche se poi diventeremo mariti, mogli, compagni di viaggio, padri o madri e così via.

Avremo responsabilità e non sempre sapremo prenderle e ci sarà quella voce adulta come custode dei più bei ricordi regalati, a colori o in bianco e nero, quelli dell’infanzia e dell’adolescenza.

Saremo figli e figlie sempre e per sempre, perché quella battuta, quel consiglio, quella preoccupazione con voce calda ce la porteremo sempre con noi, nel profondo dell’anima.

Vado  a ritroso con la memoria e mi vengono alla mente alcuni antichi proverbi, veri e propri mantra di mia madre, come “Il mattino ha l’oro in bocca” che ti resta dentro e vorresti risentire ancora perché così è la vita, col darsi da fare e cominciare bene la giornata è quello che permette di realizzare i propri desideri, ciò che permette di fare tutto per bene. Questo concetto rappresentava mia madre che lo portava sempre con sé.

Ora che mia madre non c’è più, da qualche mese,  mi manca tutto questo, ma è anche tutto quello che mi resta e molto altro.

Con mio padre , da quando non c’è più mia madre,  ci sono soprattutto sguardi e silenzi , poche parole , pochi ricordi da parte sua e questo rimanda ad una relazione padre-figlia non negativa , ma forse a volte un pò imbarazzante ,  perchè quella profondità e quella capacità narrativa materne  diventano per me un grande rimpianto e a volte una mia necessità  inascoltata.  Con mio padre , proverò a ristabilire quelle parole che possano far bene anche a lui , quelle stesse parole di mia madre che lui sembra  aver temporaneamente  dimenticato , forse solo per non soffrire .

 

Stefania Cavallo

13 agosto 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: