Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Ad Alberto Galgano, mio grande e buon maestro !

L’incontro con  dei buoni maestri  ci fa sentire più fortunati e testimonia  l’aver fatto la strada in buona compagnia , affrontando  la solitudine  e  i distacchi,  ciò che  procura  dolore e   gioia , con l’energia  della speranza, con il cuore e la  mente aperti e pronti  ai consigli  e  al sapere.

 18193009_1542063582493644_1151156660543431206_o

Se ne è andato ieri mattina il mio “ex-Big President” Alberto Galgano e  il cui nome,  come avviene nel linguaggio aziendale , che ama  gli acronimi,  veniva abbreviato simpaticamente con  “AG”  e come per molti , che hanno avuto la fortuna di lavorare con lui, anche a me sono venuti alla mente diversi ricordi e aneddoti vissuti di persona.

Anche per me è stato una grande e “buon maestro” dal punto di vista professionale e umano e  tra quello che mi ha lasciato in maniera indelebile sicuramente restano  : il senso della  disciplina e l’etica del lavoro , l’attenzione e la cura continua per i  dettagli, l’amore per il sapere continuo  e  l’idea che non vi sia nulla di impossibile che non si  desideri  realizzare , lo spirito di squadra e  soprattutto il concetto che bisogna essere generosi nel diffondere la propria conoscenza, il  cosiddetto know-how,  cosa che lui non temeva  fare  nel rispetto di chi si poneva come concorrente e rivale del mercato competitivo di riferimento  nella consulenza aziendale.

Da Alberto Galgano ho imparato moltissimo,  come capita quando incontri “buoni maestri” e  non so  se anche a voi è mai capitato di innamorarvi di storie particolari come quelle che piacciono a me e mi riferisco  soprattutto alle storie in cui c’è un insegnante che ama talmente il suo lavoro che lo trasmette ai suoi studenti,  tanto che questo fatto  rappresenti   l’incontro più importante della loro vita ,  un incontro che  cambierà  la  propria prospettiva  di vita  in maniera  determinante ;  ebbene  sarà forse perché a me è capitato sul piano professionale ed umano, proprio con  “AG” ,  e ogni volta che leggo un libro o vedo un film che propone questa storia  è un modo per rivivere quell’esperienza anche per me fondamentale  e  forse “salvifica”,   perché   – insegnandomi   l’importanza della conoscenza, dello studio  e della  “memoria” –  mi ha segnato  tanto che ancora oggi   sento questa responsabilità .

Chiudo  con questa metafora per me molto potente ed efficace perché mi ha sempre aiutato nei miei momenti  più  difficili  sia nel lavoro che nella vita ,  “Vedere gli alberi e non la foresta” :

https://albertogalgano.wordpress.com/2015/03/06/vedere-gli-alberi-e-non-la-foresta/

La parole e i ricordi creano fili invisibili tra le persone  e infatti personalmente non credo che la semplice presenza , il visibile,  esaurisca le forme dell’essere e della propria esistenza.

Ti stringo forte caro Presidente,  ovunque tu sia,  e abbraccio forte anche tutta la tua famiglia e i tuoi cari.

Stefania Cavallo

1/05/2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: