Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

“Vorrei che la mia infelicità fosse stata tutta mia” (G. Leopardi)

non-violenza

Una frase estrapolata dalla bellissima e accorata lettera di un genio e talentuoso Leopardi al padre con cui non ebbe mai rapporti sereni , semmai piuttosto conflittuali pur amandolo molto , e mi piace riproporla dopo averla ascoltata e interpretata dalla brava attrice Federica Fracassi durante l’incontro , di qualche giorno fa,  col professor Massimo Recalcati al Teatro Parenti di Milano in occasione della presentazione del suo ultimo lavoro editoriale “Il segreto del figlio”.

Una frase che dice tutto e che trovo molto forte e che in realtà ribalta un pò i ruoli padre-figlio , nel senso che ti aspetteresti queste parole pronunciate più dal padre che dal figlio, ma anche in questo caso Leopardi rompe uno schema e lo fa con amore immenso verso un padre che con lui è stato molto duro e potremmo dire oggi “anaffettivo” .

Inoltre questo passaggio , questa frase , così intensa di Leopardi, certo mi ha fatto pensare a quanto, ai suoi tempi, fosse presente un certo condizionamento e riflesso della famiglia patriarcale e del suo ceto sociale e anche di come Leopardi fosse legato al mondo classico . Mi è venuta in mente la rappresentazione perfetta dell’amore filiale di Enea che porta sulle spalle il padre Anchise . Questa immagine potente può trasformare contrapposizioni generazionali ataviche in qualcosa d’altro e soprattutto può far riconoscere quanto sia importante che i figli si facciano carico delle vite, delle storie di chi li ha preceduti, restituendo quel rispetto, quella “pietas” e quell’amore verso chi li ha generati e li ha fatti crescere . Valori , a mio avviso, su cui riflettere anche oggi.

Tra l’altro questa frase mi colpisce in modo particolare,  in un periodo della mia esistenza in cui da poco ho perso mia madre e con mio padre insieme stiamo  elaborando un lutto  che  ci ha colto di sorpresa , un lutto in compagnia del quale  emergono pensieri  intimi  e  inaspettati  e questa frase  a mia madre sarebbe piaciuta, lei , la cui  vita era fatta di abnegazione per la sua famiglia, di un enorme senso del dovere, di responsabilità,   e sempre con  una grande generosità .

Vorrei che la mia infelicità fosse stata tutta mia, queste parole le sarebbero piaciute , proprio  lei che un giorno,  di un anno fa circa ,  mi disse:  “Quando non ci sarò più,  quello che mi dispiacerà  e mi dà pensiero oggi  è il lasciarvi da soli”.  Del  periodo della mamma   passato in ospedale ho dei ricordi molto nitidi e  so anche  che  l’ avrei portata a casa in qualsiasi condizione ce l’avessero data , per quell’amore , quella “pietas” che ho appreso e che non è un dovere ma è appunto qualcosa d’altro , un’altra legge , quella del cuore, quella dei legami affettivi familiari.  Eppure per le figlie e i figli non sempre questo passaggio è possibile, soprattutto quando si tratta di figli/figlie “ritrovate” ( non sto identificandomi in questa tipologia , anzi….) e nella lettera che  ho scritto (anche io)  in questi giorni a mio padre e che gli ho spiegato di persona , un pò  emergono alcuni miei disagi  per certi enigmi familiari, cosa che comunque , per quanto mi riguarda, non potrà mai creare delle barriere .

Ritornando alle significative e intense parole di Leopardi , queste parole aprono il cuore e la mente a ponti , a un dialogo con l’altro , e il pronunciarle pacifica chi le dice, togliendo l’altro , in questo caso il padre , il genitore, da ogni “empasse”  per un figlio  che considera  così scomodo , “infelice per natura e per circostanze”.

Di seguito il link della bella lettera in versione integrale e l’incontro con Massimo Recalcati, per un approfondimento che merita infinitamente.

http://mvl-monteverdelegge.blogspot.com/2009/12/lettera-al-padre-di-giacomo-leopardi.html?spref=fb

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: