Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

I RICORDI  , LA  MEMORIA  E I BUONI MAESTRI

Dodò

Credo anche io che sia molto importante il bagaglio di risorse, di esperienza , di memoria storica che può trasmetterci il mondo dei cosiddetti ” anziani” e chi è stato per noi un “buon maestro”.

La realtà attuale,  il mondo degli adulti e  i nostri giovani ,  fatica  a  riconoscere  il  grande patrimonio di coraggio, di visionarietà  e di  utopia  trasmesso  dai nostri  antenati e dai nostri anziani .

La crisi dei valori di cui si parla tanto  ha radici proprio  in  questa  dimensione  della “perdita di memoria  collettiva”  negli  adulti  di oggi.

Anche io mi sono posta qualche interrogativo  su questo tema  e credo che il desiderio ad un certo punto  di voler scrivere di mio nonno  e di un certo periodo della mia famiglia, durante il  periodo “lirico”    della mia esistenza di  figlia e nipote , in qualche modo  ha voluto tradursi  in una personale necessità affinché  non si perdesse  questo patrimonio  e in particolare  l’esempio  che ho avuto  dai miei antenati , sino ai miei genitori ,  e  in maniera che  anche  mio figlio  possa sapere  e conoscere  quali sono le sue radici  e quanto sia importante coltivare i propri talenti  e quanto sia importante la dimensione del racconto di queste storie che ci parlano di coraggio e di sogni .

Proprio ieri  stavo rileggendo  le bozze del mio nuovo memoriale  sul nonno   “Il baritono Mino Cavallo. Memorie e radici della lirica”  e lo facevo con mio padre  per  correggere  la parte che lo riguardava  , ebbene  c’è una parte che mi commuove  molto  tutte le volte che  la  ripercorriamo insieme ed è quando  racconto che mio padre  ha lasciato il canto  perché  non riusciva più a mantenere la sua famiglia all’epoca …….e lui era un vero talento , premio di Conservatorio a Marsiglia , 36 opere all’attivo , tenore brillante  e  appassionato  applaudito nei teatri   di  tutta Italia  ed  Europa !  Questo il passaggio ancora  un po’ doloroso per me :

“Insomma  Dodò  esordì  a Napoli con Rigoletto e terminerà la sua carriera nel 1963 quando  purtroppo  non riuscirà   ad avere scritture  e  l’interesse  per la lirica comincerà a diminuire .

Fu un periodo molto duro   per lui , doveva  pensare alla famiglia , abitava a Milano  e faceva molti sacrifici già da qualche tempo,  così un giorno uscì  di casa di mattina presto, lasciando i suoi guanti bianchi  e il suo cappello di artista  e invece di andare in Galleria , dove si poteva trovare forse qualche  scrittura  nel suo lavoro, ma forse un po’ esausto  e stanco di non trovare nulla , pensò di tornare a fare il suo lavoro di carrozziere , quello che aveva imparato dal padre in Francia  ……e così  tornò  quel giorno a casa e disse ad Ada :  “Ada da domani incomincio a lavorare in carrozzeria!”.

 

Da quel momento Dodò si buttò alle spalle tutti i sogni  legati alla lirica  e questo resterà un punto di non ritorno nella sua  vita.

Ne scrivo ora  , da figlia, e per la prima volta  così pubblicamente, perché questo ha rappresentato  un peso  negli anni  per la nostra famiglia .

Un peso soprattutto per Dodò che crede sempre di aver sbagliato qualcosa nella sua vita e crede che se avesse avuto più pazienza forse le cose all’epoca sarebbero andate meglio , chissà!  Certo lui in modo coscienzioso  optò per la famiglia  e abbondonò per sempre la musica .

 

Per molti anni in casa nostra non si parlò più di lirica e di musica e quando succedeva di ascoltare qualche opera in televisione  o romanza  erano momenti di grande tristezza  e commozione  così  come ancora oggi  ….è come se non si fosse mai chiuso in realtà quel legame magico col mondo della lirica , come si  suol  dire   “buttato fuori dalla porta , rientra dalla finestra!”

 

Capitò  che , in un certo periodo della mia vita verso i vent’anni,   stimolai  molto i mei genitori ad uscire da questa situazione , molto dolorosa per loro ma anche per me,  e cominciò così ad entrare in casa un pianoforte  e da lì decisi di farmi preparare da mio papà  Dodò  per la prova, in canto lirico, di  ammissione al Conservatorio di Milano e ci riuscimmo . 

Ero al limite dell’età  per il Conservatorio  e avevo 26 anni ;  Dodò  era entusiasta  e anch’io perché in qualche modo  ci eravamo riconciliati  con  quel mondo  e  forse questo aveva sanato un po’ qualche ferita del passato “.

 

Ieri mi sono commossa ancora con lui  e ho capito  nel profondo che  questo dolore  c’è ancora , ed è il dolore  o consapevolezza   di  sapere che  chi ha talento  autentico  ha il dovere –diritto di esprimerlo  e di non rinunciarci per nulla al mondo!

Mio padre  ha rinunciato alla  sua carriera e alla sua arte  per noi  e per la sua famiglia  e  gliene  sarò sempre grata da un lato,  dall’altro lato mi sarebbe piaciuto  che lui avesse continuato nella lirica  e nel suo prezioso talento  per  non  portare  con  sé  i rimpianti  e il dolore di non aver completato  qualcosa nella sua esistenza .

Mio padre  per me  è  un grande padre  e maestro  di vita , in questo senso , perché  mi ha insegnato  con amore  cosa voglia  dire  rinunciare  con molto coraggio e senso di responsabilità   al proprio talento, i pro  e  i contro di una scelta  anche dolorosa  come questa  e soprattutto che cos’è un talento autentico  e di come  tutto questo , in qualche modo, debba  essere restituito  ai posteri  affinché  se ne abbia “ buona  memoria”  e possa  indicare dei percorsi utili da seguire  .

 Le Radici

4 dicembre 2013

Dal mio libro  “Il baritono Mino Cavallo. Memorie e radici della lirica” La Sapienza Editrice Roma , 2014

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: