Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

BIANCA DA MORIRE  di Elena Mearini

 Bianca da morire

 

“Io, figlia muta e invisibile , per esistere ai loro occhi

ho dovuto commettere il peggio che potessi fare”

Un  romanzo   che si legge d’un fiato , con protagonista  la  sedicenne   Bianca ,  una trama da  “noir” tanto da creare una certa  suspence  che accompagna l’intera  narrazione.

Bianca vive in una famiglia in cui è tristemente  invisibile , dove i suoi genitori e il fratello Valerio vivono invece in simbiosi , perché il fratello è destinato a diventare il grande campione di calcio sul quale investire ogni speranza e sogno di  futuro e a cui “tutto è permesso” .

Il talento di Bianca è quello di attrice e  di chi  sogna di  sfondare nel cinema  come            un’ attrice  stile anni ’20/’30, alla Greta  Garbo,  ma purtroppo  da   quando  “ i suoi genitori hanno fatto la cosa giusta”  tutto cambia  per  Bianca e per  la sua famiglia.

Seguiamo i pensieri  della  protagonista  che cambiano di continuo, un po’ come succede a questa età , in cui si  cerca indipendenza  e nello stesso tempo  si  urla di venir  riconosciuti  come identità  e in particolare  nel caso di Bianca lei avrebbe tanto voluto  che anche i suoi genitori avessero visto in lei una stella che brilla, come il fratello ,  e solo la nonna le diceva che somigliava a Greta Garbo  e   ci racconta che  “ lei vedeva le spine di una rosa nei miei capricci d’infanzia, la ruota di un pavone nelle mie giravolte sopra i sassi,  le cinque punte di una stella nelle mie dita sporche di marmellata”.

Greta_Garbo

C’è l’amore e il sesso vissuto in maniera esasperata  e molto coinvolgente , nato  nell’ambito scolastico   con Gabriele e di lui  Bianca  dirà  “Gabriele è estraneo all’esercito di sbadigli che marcia avanti e indietro per la classe..mi rendo conto di essere già ossessione per lui ”.

Si arriva al caso di cronaca nera  , non manca la riflessione sul fenomeno dilagante della violenza tra adolescenti  così come  troviamo le riflessioni dell’Arcivescovo Mons.  Birnaghi  su spiritualità , impegno, società, cultura, cambiamenti   in atto nella “sua” Milano.

“Io, figlia muta e invisibile , per esistere ai loro occhi ho dovuto commettere il peggio che potessi fare”.

Pagine di letteratura intensa che evoca  drammi  familiari  contemporanei  in cui si innesca la spirale distruttiva e autodistruttiva, mi ha ricordato anche qualche pellicola  d’autore  vista,  in cui  è ricorrente l’incapacità d’amare , quei   drammi  intensi, strazianti ed esaltanti al tempo stesso, come  un classico film americano degli anni ’70  il cui  filo conduttore  è sempre quello dei rapporti personali,  fra padre e figlio/figlia , fra le famiglie, fra persone che cercano di realizzare sé stessi.

Se avessi una figlia come Bianca , con le sue fragilità e il suo prezioso talento,  l’aiuterei  per farle spiccare il volo, senza alcun dubbio, ma questa è un’altra storia !

Ovviamente è un tema che mi sta particolarmente a cuore,  ecco perché ritengo che  ragazze, come Bianca, si possano  riconoscere in questa storia  .  In ogni famiglia, in ogni rapporto personale, c’è un vissuto, un non detto  e   il  rischio più grande è , come direbbe lo psicoterapeuta e scrittore  Paolo Crepet,  che

“i ragazzi siano costretti ad attraversare la vita in equilibrio su una corda sospesa nel vuoto. Mentre gli adulti non sembrano più in grado di alzare il loro sguardo al cielo”.

Elena Mearini  è  una scrittrice molto sensibile e talentuosa e questo  suo ultimo  romanzo  necessiterebbe sicuramente di  aprire  momenti  di  scambio e  di riflessione in famiglia e a scuola.

Stefania Cavallo

20 marzo 2016

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: