Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Storie di studenti falliti e poi rinati

 

disperato974

Ragazze e ragazzi , adolescenti   che arrivano da percorsi scolastici difficili , in cui spesso si sono sentiti  dei falliti  , senza più voglia di continuare  nello studio …….ti raccontano di come  alcuni  professori  , ad esempio di lingue straniere , li abbiano bloccati per troppa severità nel loro metro di giudizio , li abbiano “terrorizzati”  e demotivati a tal punto che non valeva neppure più la pena di rimediare  perché percepivano un pregiudizio e una sorta di prevenzione nei loro confronti  che li ha portati a continue insufficienze , sino a ripetute bocciature con enorme difficoltà emotiva a continuare e con ricadute devastanti  sia sul piano familiare che sul piano della salute psicologica individuale  ,  perché in stato di totale e scarsissima autostima  personale , con   l’ apparire  di diversi sintomi  come  insonnia ,  dimagrimento, pianti continui  e infine l’abbandono della scuola  .

Poi ad un certo punto , per queste ragazze e   ragazzi  magari già maggiorenni nel frattempo,  ritorna il desiderio di riprendere in mano la propria vita  e spesso sollecitati dagli stessi genitori , seppur dopo un percorso  di disperazione familiare  sulla questione “studio e scuola” e  “quale scuola scegliere a questo punto?” ,  cercano di recuperare qualche anno perso  e  in alcuni casi  grazie proprio  all’ incontro con   professori che li comprendono soprattutto sul piano umano,  ossia  comprendono    la  loro difficile e burrascosa storia personale   scolastica,   ritornano a viversi come  ragazze  e  ragazzi  studiosi ,  con di nuovo il desiderio di mettersi in discussione e di dimostrare che ce la possono fare , perché  si sentono supportati da questi nuovi professori che oltre ad avere capacità tecniche ,  conoscono così bene le   loro  pregresse sofferenze  che sanno che il loro compito  è soprattutto più di tipo psicologico  e umano e che la loro “ missione” , fuor di metafora,   è  proprio   quella di dar loro  un’altra chance  da costruire insieme, giorno per giorno   .

Ecco,  anche la sottoscritta sta facendo una parte  di percorso con alcuni di queste ragazze e ragazzi  attraverso lo studio della lingua francese  e con l’ausilio di diversi strumenti e supporti  come ad esempio l’utilizzo di film  e con grande sorpresa ho scoperto dei ragazzi molto interessati a tematiche  anche  complesse e delicate  come ad esempio l’handicap della sordità  e/o  condizione di normalità  per i protagonisti ,  attraverso la bellissima pellicola  de  “ La famille  Bélier”  e sono rimasta felicemente sorpresa    da alcuni bellissimi componimenti  che sono stati scritti   come restituzione di questa attività di studio .

Ho deciso  di  accennare brevemente  , in questo  spazio del mio blog ,ad   un incipit di una studentessa , molto brava nello scrivere e che secondo me ha notevoli capacità  narrative:

“ Sono molto contenta di aver avuto l’opportunità di poter guardare il film di Eric Lartigau  , soprattutto a scuola , insieme ai miei nuovi compagni , soprattutto perché le belle esperienze non sono sempre dettate da grandi avvenimenti ma possono essere anche piccole cose che però ti lasciano dentro grandi sentimenti   che molto spesso dimentichiamo di poter provare  (…..) Sono belli i film , soprattutto di questo genere , perché tendono a rendere i protagonisti di gravi problemi in famiglia TROPPO ” bravi” , bravi nel senso di grandi persone  fin troppo serene …….è un concetto molto difficile da spiegare ed è proprio per questo  che davanti a questi film mi commuovo spesso, perché sono cose che vorrei tanto  vedere nel mio mondo, quello reale in cui vivo ogni giorno, però non succede perché  le grandi persone , nel 92% dei casi, esistono solo su una pellicola”.

Penso che un professore che si trovi  questo riscontro a “sorpresa”  non possa che fare salti di gioia  e  avere la conferma  anch’esso che   insegnare abbia ancora un senso ……eccome !

 

Stefania Cavallo

4 marzo 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: