Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

valeria-soresin-genitori-001

Tra le storie che porterò nel profondo del mio cuore ci sarà per sempre quella di Valeria Solesin, una ragazza italiana strappata alla vita la sera  del terribile attentato  terroristico  al teatro Bataclan di Parigi,  il  venerdì nerissimo del 13 novembre scorso.

“In questi giorni ho letto che siamo stati un esempio. Se questo è stato vero anche solo in minima parte, voglio dedicarlo a tutti i Valeria e Andrea che non si arrendono”. Sono queste le parole che Alberto Solesin ha pronunciato davanti al feretro della figlia, in una piazza San Marco listata a lutto e affollata da centinaia di amici e semplici cittadini arrivati per dare l’ultimo saluto a Valeria Solesinla ricercatrice 28enne uccisa al Bataclan e unica vittima italiana delle stragi di Parigi (http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/11/24/valeria-solesin-e-il-giorno-dei-funerali-venezia-si-ferma-per-lultimo-saluto/2246800/) .

Sul mio blog scrivo molto di cultura , società e di fatti autobiografici   e ho scritto diverse cose proprio sui fatti tremendi di Parigi  , ma non potevo lasciare spazi vuoti  in cui non scrivere soprattutto di Valeria , la ragazza che nessuno potrà più dimenticare e che per una sincrona coincidenza e associazione mi ricorda molto , anche se con storie e percorsi  molto diversi,  la  figura di Ilaria Alpi .

Ricordo solo che  Ilaria Alpi fu uccisa nel 2004 mentre si trovava a Mogadiscio come inviata del TG3 per seguire la guerra civile somala e per indagare su un traffico d’armi e di rifiuti tossici illegali;  Valeria mi ha ricordato soprattutto Ilaria perché  entrambe vittime inconsapevoli  di azioni criminali  violente   e cruente  ad opera  di mani armate e in terre straniere , entrambe donne giovani   ed  entrambe  con una vita in qualche modo , anche se con percorsi  e vissuti  diversi,  dedicata   ad essere utili agli altri, Valeria con il suo attivismo in Emergency e  Ilaria con la sua professione di cronista di guerra  piuttosto scomoda  per le sue inchieste .

Quando si è saputo, dopo la sera del Bataclan parigino, che un’italiana era  dispersa  e che potesse trattarsi di una giovane  ragazza veneziana  , in quei giorni ognuno di noi ha sperato che  la ragazza   avesse potuto   farsi  di nuovo viva e che tutto sarebbe finito al meglio e invece non è stato così, come poi abbiamo appreso,  e  purtroppo la famiglia  di Valeria , i suoi genitori  hanno dovuto scoprire la tremenda verità   sulla  giovane figlia  attraverso la  conferma della sua morte avvenuta quella terribile sera del 13 novembre.

Perdere un figlio e doverlo seppellire per un genitore è la cosa più  disumana  che possa accadere   e che un genitore non si augurerebbe mai  di dover fare , i genitori di Valeria hanno dimostrato a noi tutti  che anche se con  un  dolore  indicibile si può però dimostrare di non cedere al facile vittimismo e alla rabbia , proprio come ci hanno comunicato loro in tutti  questi giorni  ,  col loro messaggio e il loro esempio anche  durante i funerali   laici celebrati  ieri  in una Venezia gremita e aperta a tutti per lasciare una preghiera e un pensiero personale a Valeria e per  testimoniare  la propria  personale  e commossa  vicinanza alla sua famiglia e al suo fidanzato.

Oggi il mio pensiero di gratitudine va a Valeria e ai suoi genitori come esempio di valori positivi rivolti soprattutto   ai giovani dell’età della figlia  di continuare ad alimentare i propri sogni  e  la propria ricerca  di auto-realizzazione  come molti giovani  fanno recandosi anche all’estero per studio  o per lavoro  e di continuare con le proprie abitudini di   autentica socializzazione e divertimento , con   la  propria voglia di vivere  e di essere  generosamente  altruisti  perché  è solo così che si può  rispondere a coloro che invece vogliono  seminare paura e odio.

E’ con  grande vicinanza e   condivisione  per il loro  dolore incommensurabile   che  rivolgo questo   abbraccio simbolico   di gratitudine  che possa giungere così   lieve e di conforto  a questi splendidi genitori .

 

Stefania  Cavallo

25 novembre 2015

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: