Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

FAMIGLIE E DISABILITA’ DEI BAMBINI  – 2010

(stralcio di un  mio scritto del 2010 inserito nel nuovo libro “GENITORI EQUILIBRISTI. DIARIO SEMISERIO DI UNA MAMMA BLOGGER” , in uscita a fine ottobre 2015; altro materiale sarà possibile trovarlo nel libro)

 

 le mie iniziative

FILO CONDUTTORE  DELL’INIZIATIVA   DEL  20 NOVEMBRE   2010

 

Il  20 novembre   aprirò   l’incontro presentando   l’iniziativa   e quasi   subito farò  vedere un primo  spezzone di film , circa 10 minuti ,  dal titolo  “Una destinazione imprevista “  di Mirko Locatelli   .  Quindi seguirà l’intervento  e il racconto di Igor Salomone  Con occhi di padre. Seguirà un altro spezzone (10 minuti)  di un altro film di Locatelli   dal titolo “Come prima”  , al quale si aggancerà  ancora Salomone .  Infine  si snoderanno una serie di Testimonianze  con lo stesso filo conduttore  attraverso il proprio personale racconto  sul rapporto  con la dimensione  della disabilità . 

 

  1. Presentazione dell’iniziativa

 

     Famiglie  e disabilità dei bambini

Quest’anno ho pensato di affrontare  per  questo   20 novembre  ,  in occasione di  un’ importante ricorrenza , quella  della Giornata Internazionale  dell’Infanzia e dell’Adolescenza ,   il tema della “disabilità  dei bambini “  .   Mi sono chiesta perché occuparmene ,  ora ,  tanto più che non sono un genitore  che ha  provato  questa esperienza   con suo figlio , non ho nessuna competenza  tecnica   per   poter discutere su un tema così delicato  e  allora….come mai?

Mi sono data alcune risposte  e  penso che  sicuramente devo essere stata  contagiata   dalla storia   di  Pistorius ,  già da qualche anno ,  e poi  probabilmente  da  alcune  storie   personali con  bimbi disabili che ,  a vario titolo,   fanno parte del mio contesto di vita quotidiana ,  incontrati a scuola   attraverso mio figlio  o nei diversi  ambiti  di socializzazione   di tipo sportivo , in  piscina ,   all’oratorio ;   così come  la storia del mio amico Paolo  che a   20 anni  (oggi ha  40 anni )  ha scoperto di essere  affetto  da una  retinite  pigmentosa   che  praticamente lo avrebbe portato ad una  cecità totale ,  progressiva  e  irreversibile ,   per il resto della sua vita.

Sono stata  anche contagiata, già qualche anno fa,   dal bel libro di  Igor Salomone   “Con occhi di padre”   che per l’occasione   ho  voluto invitare , in quanto  nel suo  “diario di un amore ai confini del possibile”   attraversa la propria esperienza  di padre:

“Un uomo alle prese  con uno dei ruoli più difficili che possano toccargli oggi. Un  professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Perché  sua figlia è “simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e  dolcissima”  . E disabile.”.

Mi sono detta ,  ma allora  bisogna che  se ne parli di più  di questo argomento  ,  o   che se ne parli  meglio ,  perché  forse   anche le   Famiglie ,  con figli disabili ,  avrebbero molto da  raccontare  perché si possa avere un approccio  più realistico e concreto  al problema ,  in un contesto  di  attenzione , di ascolto e di sensibilità   sociale   mai  scontate  , da rinnovare   e realizzare .

Allora ho iniziato un po’ a documentarmi  e  mi sono detta che   in questo incontro  mi sarebbe piaciuto  poter  ospitare  significative e    reali  Testimonianze   sull’argomento   perché   penso sia fondamentale  una certa  attenzione  non retorica al linguaggio ,  all’atteggiamento  , al racconto  delle diverse esperienze   di disabilità  , anche quelle più subdole  spesso non riconoscibili  subito  perché    tradizionalmente  meno   “visibili “ .

In questo modo  si potrà evitare  di parlarne   in maniera forse  un po’ troppo  tecnicistica   o    a volte banale  ,  creando un circolo virtuoso di  scambio comunicativo in cui le persone possano ritrovarsi    condividendo     preoccupazioni ,  sofferenze   e  speranze  emerse      da un  duro  percorso personale di elaborazione   secondo cui   anche  dalle  “avversità”   possono svelarsi   delle  opportunità  ,  come dice  la Mullins  , una grande donna  , atleta  e  attrice americana  affetta  da  disabilità   , in quanto nata senza stinchi  a   un   anno .

Stefania Cavallo

13 ottobre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: