Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Mi  spaventa l’omertà e l’ignoranza ……..(vd. chiusura circolo ACLI di Masate)

Mediazione 19 ottobre 2010 Masate

Il giornale locale, ieri in uscita,  in qualche modo ha restituito un po’ di dignità e di soddisfazione  morale  alla triste vicenda della chiusura del circolo ACLI di Masate e a Marco il  gestore del Bar .

La mia , e nostra,  lotta morale su questa faccenda in qualche modo non è passata in sordina né per il giornalista né per il presidente del circolo,  questo  , a mio avviso, rende un po’ di giustizia  a chi ha fatto parte di questa realtà , almeno  in quest’ultimo tratto di  percorso e di avventura .

Quello che ho scritto sul mio blog  in queste settimane, e le immagini riportate,  hanno voluto essere evocative di un sentimento  di disagio e di elaborazione di un dispiacere che provo rispetto a quello che ho visto e ho vissuto in questi ultimi mesi , insieme alla mia famiglia,  e non vi è nulla di strumentale  né  propagandistico in tutto ciò. Chi ha contestato sappia che quello di cui scrivo è sempre e solo frutto di un dissenso basato su fatti e non su giudizi o pregiudizi , ma si basa semplicemente sul principio di espressione della propria  libertà di dissentire e di ricerca di  verità, anche se  attraverso uno sguardo soggettivo e parziale.

Ringrazio quindi  chi non condivide il mio modo di esprimere  riflessioni su questa triste e brutta faccenda e chi non è d’accordo sulla mia impostazione dei fatti,  comunque   un po’ parziale  e non esaustiva per ovvi motivi ; non era mia intenzione fare adepti o seguaci  su questa faccenda , né convincere chi preferisce non farsi qualche esame di coscienza in merito , quindi ritengo di rispettare ogni punto di vista diverso dal mio , e dal nostro,  anche se ritengo che un conto è potersi permettere il lusso di  contestare per ideologia o per spocchia personale ,  e un conto è  dissentire perché  si è stati informati, coinvolti  e  “tirati per la giacchetta”  da  fatti  , persone e situazioni  precise e difficilmente opinabili…..insomma è diverso  il punto di vista di chi ha dovuto esprimersi come  parte che in concreto  doveva  tutelare la propria  moralità, la propria immagine e il proprio posto di lavoro …..rispetto a chi  non ha vissuto ,sulla propria pelle , tutte queste implicazioni e ricadute devastanti per sé e per la propria  famiglia.

Non ho la presunzione che ciò di cui scrivo e  su come scrivo possa  piacere a tutti e possa essere condiviso da tutti , certo quello che mi interessa è creare riflessione nel rispetto di posizioni anche molto diverse tra loro ………non mi spaventa che c’è chi mi contesta e la pensa diversamente da me, mi spaventa l’omertà e l’ignoranza …..questo mi spaventa e credo che  ciò  sia “pericoloso”  per  una sana evoluzione  etica e presa di coscienza  collettiva e sociale .

Grazie a chi mi / ci ha sostenuto moralmente e anche a chi ha frainteso tutto questo come posizione vittimistica e di propaganda personale , pazienza….  perché sappiamo che , col tempo,  i fatti danno sempre ragione  e il mio è stato un modo di esprimere un sentimento che necessitava di essere raccontato senza mancare  di rispetto  a nessuno,  ma  creando in libertà  qualche motivo di  riflessione e di autocritica  per chi ne avesse voglia,  a partire da chi scrive …. questo sì.

Stefania Cavallo

4 ottobre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: