Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Archivio per febbraio, 2015

INCONTRI CON STEFANIA CAVALLO C/O ACLI MASATE : 15 MARZO E 24 MAGGIO 2015

Un’occasione per discutere insieme di temi importanti per le nostre comunità , come la genitorialità e la solidarietà

INCONTRI CON STEFANIA CAVALLO080

15/03/15 , h 16 – ESSERE GENITORI  EFFICACI OGGI. ASCOLTO E DIALOGO CON I FIGLI

Genitori definiti in tantissimi modi , come se  in realtà  data   la complessità e   il profilo così articolato, non fosse mai possibile  dare un’unica definizione  esaustiva  o  scontata.

Appunto  si parla di “genitori efficaci”, di  “genitori  singolari”, di “genitori  mediatori” , di “genitori  competenti” e così via , tuttavia  mi sembra proprio che quella di “genitori acrobati” o “genitori equilibristi”  dia meglio l’idea di un ruolo  molto dinamico , in continua evoluzione e cambiamento. 

Sarà anche  un’occasione per l’autrice  di presentare il suo primo libro

“I giorni perduti. La Mediazione familiare attraverso una proposta di Filmografia su separazione e divorzio”

Nel precedente incontro si è parlato di “memoria e radici intergenerazionali”.

 

 

24/05/15 h. 16 – MUTUALITA’ SOCIALE OGGI E IL FACILITATORE NELLA RELAZIONE D’AIUTO

Esperienze  di  “mutuo soccorso”  che si realizzano grazie al singolo contributo o attraverso gruppi di persone ,  possono fare il salto verso le Istituzioni e diventare  più operative ,  acquistare così   un’efficacia maggiore  e capillare , iniziando a pensare che dei “percorsi culturali” sono possibili in questo ambito e che bisogna investire nella  possibilità di un cambiamento culturale della società, con uno sguardo  al concetto di servizi sociali e di aiuto alle persone  che superi  il tradizionale assistenzialismo .

Questo  ultimo incontro di chiusura del ciclo sarà un’occasione per l’autrice  di presentare il suo penultimo libro   “Istruzioni  per l’uso anti-crisi  e  Mutuo Aiuto”.

  

INGRESSO LIBERO

Su facebook : Incontri con Stefania Cavallo

I miei 54 anni

I miei 54 anni

E fra me e me penso, che mondo meraviglioso Sì, fra me e me penso, che mondo meraviglioso ( Louis Amstrong)

 ste  2015

Oggi, desidero esprimere la mia gratitudine verso i miei genitori , i miei familiari stretti , mio marito , mio figlio e tutte le care amiche e amici che , nonostante i tempi difficili passati e presenti, mi sono sempre vicini e a volte mi sopportano con affetto e intelligenza perché so di essere un po’ rompiscatole e forse un po’ fissata su alcune questioni , soprattutto su  senso di giustizia e di equilibrio nelle relazioni umane .

Senza di voi probabilmente non sarei quella che sono e non potrei esprimere tutto il bene che vi voglio dal profondo del mio essere e del mio cuore.

Nel mezzo del cammin della mia vita , mi auguro di continuare a godere della vostra vicinanza e amicizia autentica perché , soprattutto nei momenti di dolore e di difficoltà , non mi debba trovare sola .

Stefania

16 febbraio 2015

CURRICULUM VITAE di STEFANIA CAVALLO ( aggiornato gennaio 2015)

CURRICULUM VITAE

amore infinito 8 febbraio 2015

Stefania Cavallo
Via Dante Alighieri 10
20060 BASIANO (MI)
Tel. 02/95761961 – Cell. 392/1316509
e-mail: stefania.cavallo@alice.it
Stefania Cavallo, nata a Milano il 16 febbraio 1961 e residente a Basiano (MI) in Via Dante Alighieri 10; coniugata con figlio.
Diploma di Liceo scientifico e di Laurea in Scienze Politiche con indirizzo Sociologico (Tesi di ricerca biennale di specializzazione presso l’Ospedale San Gerardo di Monza, in Sociologia della Medicina e della Salute con la Prof.ssa F. Pizzini ; voto conseguito: 107 su 110) conferita nel 1986 presso la Facoltà Statale di Milano.
Ottima conoscenza parlata e scritta della lingua francese;  buona  conoscenza dell’inglese ;  insegnante di   francese ( in quanto madrelingua)  presso scuole e istituti privati e di Italiano per stranieri .
Specializzazione in  Mediazione Familiare ( e  Soluzioni alternative delle controversie  o ADR –  Alternative Dispute Resolutions)  conseguita nel 2007 col  Prof.  Fulvio Scaparro ,  presso la Scuola Gea – Genitori Ancora di Milano.
Conoscenza dei principali strumenti e supporti informatici.
Scrittrice  di saggistica sociale e blogger .

Oggi è consulente e formatrice con percorsi legati alla qualità della comunicazione e delle relazioni; esperta di gestione dei conflitti e di mediazione umanistica; mediatrice familiare. Organizza e conduce incontri realizzati per genitori, educatori ed insegnanti sul tema “Famiglie di oggi. Nuove Famiglie e Diritti dei Bambini”; “Educare alla Pace”. Ama scrivere articoli su tematiche di carattere sociale e culturale.

In questi anni si è dedicata con passione al tema del “lavoro che non c’è”, dando concretezza ad una prima realtà di progetto che prevede la costituzione di spazi di confronto e dialogo per sostenere e supportare psicologicamente le persone disoccupate, inoccupate o in cassa integrazione.
Opera privatamente presso uno suo spazio, in provincia di Milano, che ha nominato “Spazio di mediazione familiare e di ascolto”, ossia uno “sportello” al quale le persone possono rivolgersi previo appuntamento telefonico.
È uno spazio anche di “ascolto”, dove si cerca di capire il bisogno della persona e lo si orienta adeguatamente, offrendo condivisione e sostegno in diverse situazioni problematiche.

Il blog: http://www.stefaniacavallo.wordpress.com
Il sito: http://stefaniacavallo.oneminutesite.it/chi_siamo.html

I libri pubblicati:
“I giorni perduti. La mediazione familiare attraverso una proposta di Filmografia su separazione e divorzio”, Collana Orientamenti, Ed. La Sapienza di Roma, 2011;
“Lavoratori Acrobati. Pensieri, immagini e racconti di crisi” , Collana Orientamenti, Ed. La Sapienza di Roma, 2012.
“Istruzioni per l’uso anti-crisi e Mutuo Aiuto”, Collana Orientamenti, Ed. La Sapienza di Roma, 2013.
“Il baritono Mino Cavallo. Memorie e radici della Lirica “, Collana Orientamenti, Ed. La Sapienza di   Roma, 2014.
Esperienze di lavoro significative
Attualmente-2001:
Consulente e formatrice , in ambito pubblico e privato,  per lo sviluppo di progetti in tema di mediazione familiare, di gestione creativa dei conflitti  e per la realizzazione di incontri di formazione per genitori , educatori ed insegnanti.

Avvia gruppi AMA  ( senza lavoro ; genitori singoli, ecc.) e  forma facilitatori .

Insegnante di  francese (madrelingua) e di Italiano per stranieri  presso scuole e istituti privati (British Institutes).
Collabora  su testate locali, con articoli riguardanti tematiche a carattere sociale e culturale a tutto tondo .

2001-1989:  Consulente in diverse aziende del Settore pubblico (Enti locali e Scuola) e privato in Italia, presso una delle più note ed importanti Società di consulenza di direzione e formazione manageriale italiana in tema di Qualità Totale (Gruppo Galgano a Milano) .
Responsabile in Progetti speciali (convegni, forum, club, workshop, etc)  e Direttore di corso in Progetti di formazione presso la Divisione Pubblica Amministrazione  della Galgano & Associati e Galgano Formazione.
Responsabile per interventi formativi ad ampio raggio: formulazione degli obiettivi formativi, analisi dei bisogni, progettazione degli interventi e valutazione in situazione e finale; scelta dei docenti e delle metodologie didattiche e degli strumenti idonei (lavori di gruppo, simulazioni, esercitazioni, role play e studio casi).
Docente e formatrice su tematiche relative all’Area “Comunicazione e Relazioni interpersonali” , “Qualità del servizio e soddisfazione del cliente”; in particolare per Operatori, Quadri Intermedi e Dirigenti .

1989-1985: Esperta in Relazioni Esterne presso un’Agenzia di pubblicità a servizio completo (Meroni & Co, Milano) , con compiti di ricerche di mercato, progettazione e realizzazione di campagne pubblicitarie, con attività parallela di collaborazione con l’Ufficio Stampa per l’organizzazione di convegni e manifestazioni.
Insegnante in materie umanistiche in Istituti pubblici e privati; realizzazione di “Indicazioni Bibliografiche su Culture del parto” pubblicazione Cuesp-Edizioni UNICOPLI, in occasione del Convegno Internazionale “ Culture del parto-Luoghi,pratiche,figure”.

Completano il profilo: Capacità di lavorare in “team”, per obiettivi e su progetti innovativi; attitudine a lavorare in ambiente dinamico con capacità di relazione e ascolto.

Corsi di aggiornamento e
di approfondimento:
Ha frequentato e frequenta  numerosi e qualificati corsi di formazione prevalentemente nelle aree della Comunicazione interpersonale,  Marketing,  Formazione , Management , Negoziazione, Mediazione e  Soluzioni alternative delle controversie (ADR –  Alternative Dispute Resolutions) e Mediazione Familiare.

Hobbies e  aspetti culturali:  Le letture preferite sono relative alla saggistica per gli approfondimenti con taglio interdisciplinare.
Appassionata per tutte le forme del linguaggio espressivo (teatro, cinema, musica, danza , etc.), le tecniche meditative, la ricerca interiore, i viaggi e la natura.

Autorizza l’utilizzo delle presenti informazioni ai sensi della normativa vigente sulla “privacy”

AMORE INFINITO 8 FEBBRAIO 2015 MASATE

AMORE  INFINITO                               acli 2      amore infinito  con marinella

Ieri si è tenuta la prima conferenza in assoluto sul tema AMORE INFINITO , con una relatrice d’eccezione Marinella Liboi . Marinella Liboi classe 61 inglese , londinese di nascita con  genitori italiani trasferiti a Londra molti anni fa . E’ mamma di tre splendidi ragazzi   e imprenditrice ; oggi è il Direttore del British Institutes di Cernusco , una delle scuole di lingue più conosciute e rinomate del nostro territorio. Ho conosciuto Marinella nel 2008 e collaboro con lei da allora per quanto riguarda l’insegnamento della lingua francese (in qualche modo , madrelingua anch’io) e italiano per stranieri . In questi anni ho conosciuto una donna (Marinella) dalle tante sfaccettature e dalle infinite risorse , con tanti interessi e soprattutto molto sensibile a spendersi in difesa del continente africano e dei bambini africani con l’associazione Aleimar di Melzo . Diversi gli spettacoli organizzati in questi anni , grazie al suo supporto in difesa della causa Aleimar e Africa. Una donna che coltiva il suo “giardino segreto” con la passione per la spiritualità e la cura della propria anima, sempre con generosità verso gli altri . E’ un’esperta di “Angeli” e di tutto ciò che può procurare benessere interiore . E’ un’operatrice di luce e di amore infinito come ci ha spiegato molto bene nella sua conferenza . Tra gli intervenuti alcuni masatesi   e basianesi ma anche qualche amico di Marinella legato al volontariato con Aleimar e qualche operatore olistico come Bruno Banone presidente e fondatore della nuova Associazione  Elefante Bianco Officine Olistiche  con Alessandra MR D’Agostino , un’ associazione che ha anch’essa finalità di carattere culturale, sociale, sportivo dilettantistico, di ricerca etica e spirituale per favorire nell’individuo la ricerca della consapevolezza attraverso la conoscenza di sé, il miglioramento delle relazioni umane e la salvaguardia dell’ambiente in cui vive. Un po’ di tempo per sé per avere modo di coltivare le proprie passioni , di questo si è parlato soprattutto ieri e di come cambiare qualche modo sbagliato di dialogare con sé stessi attraverso parole che generino pensieri positivi e leggeri. Si è cercato di creare un’atmosfera veramente gradevole conciliatrice con il proprio Sé superiore come ci ha detto Marinella, e nell’aria anche un po’ di incenso al profumo di rosa e cannella. Ora l’appuntamento è per il workshop di due giorni , il 28 e 29 marzo prossimi, sempre a Masate presso il Circolo ACLI .          acli  3amore infinito 2015

Infine , Marinella ci lascia questa bella poesia e profonda riflessione di Mario Quintana , poeta e scrittore brasiliano (Mário Miranda Quintana , Alegrete 30 luglio 1906- Porto Alegre, 5 maggio 1994) :

FARFALLE   (di Mario Quintana)  

Quando poniamo molta fiducia o aspettative in una persona, il rischio di una delusione è grande.   Le persone non esistono in questo mondo per soddisfare le nostre aspettative cosi come noi non siamo qui per soddisfare le loro.   Dobbiamo bastare …dobbiamo bastare a noi stessi sempre, e quando vogliamo stare con qualcuno dobbiamo essere coscienti che stiamo insieme perché ci piace, lo vogliamo e stiamo bene, giammai perché abbiamo bisogno di qualcuno.   Una persona non ha bisogno dell’altra, esse si completano… non per essere due metà, ma per essere un intero, disposte a condividere obiettivi comuni, gioia e vita.   Nel corso del tempo, ti rendi conto che per essere felice con un’altra persona, è necessario, in primo luogo, che tu non abbia bisogno di questa persona.   Comprendi anche che la persona che ami (o pensi di amare) e che non vuole condividere niente con te, sicuramente, non è l’uomo o la donna della tua vita.   Impari a volerti bene, a prenderti cura di te stesso, e principalmente a voler bene a chi ti vuole bene.   Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te.   Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te.   (traduzione dal portoghese di M. D’Agostino © 2010)

Siti indicati : http://www.infinitewisdom.it http://www.elefantebianco.org

Stefania Cavallo 9 febbraio 2015

GENITORI EQUILIBRISTI . ASCOLTO E DIALOGO CON I FIGLI (Nuovo libro di Stefania Cavallo in lavorazione)

Copertina libro Genitori Equilibristi 2015

INDICE   

Presentazione

Genitori si nasce o si diventa?

Genitori equilibristi

I tormentoni educativi

Farsi  testimonianza

Racconti  ed  equilibrismi

Iniziative e Conferenze  speciali

  • Essere genitori ai tempi di Internet
  • Famiglie e disabilità dei bambini

Bibliografia

Presentazione

balloon-boy

L’educazione non avviene fuori la relazione.

Si costruisce al suo interno e in tutto quello che viene messo in comune

In questi anni  mi sono spesso occupata di  genitorialità , di  tematiche  legate alla comunicazione  genitori-figli , di genitori felicemente uniti in matrimonio  e  di genitori separati o singoli o “singolari”  e  ho raccolto diverse  testimonianze .

Ho partecipato a tanti incontri, convegni , seminari di studio  e a giornate di formazione  , così ho pensato che potesse essere utile  raccogliere  un po’ le idee  e il materiale  accumulato  in maniera forse  un po’ frammentata.

Ho pensato che potesse avere un senso  riordinare il tutto  secondo uno  schema mentale  che   fosse soprattutto “racconto e testimonianza” , al di là  di tanta teoria  che in qualche modo, superata una prima alfabetizzazione sul tema, necessita  soprattutto di  pratiche  e di percorsi  possibili  di genitorialità a cui ispirarsi  e su cui riflettere.

In questo mio nuovo contributo si parlerà di “genitori equilibristi” nel senso proprio legato  ad uno scenario ricco di acrobazie  che  troviamo nel  quotidiano , aiutati anche  dai fatti  di cronaca  e dall’affanno  nel conciliare  impegni lavorativi  con  impegni familiari e di cura .

Genitori definiti in tantissimi modi , come se  in realtà  data   la complessità e   il profilo così articolato, non fosse mai possibile  dare un’unica definizione  esaustiva  o  scontata.

Appunto  si parla di “genitori efficaci”, di  “genitori  singolari”, di “genitori  mediatori” , di “genitori  competenti” , di “genitori allenatori”  e così via , tuttavia  mi sembra proprio che quella di “genitori acrobati” o “genitori equilibristi”  dia meglio l’idea di un ruolo  molto dinamico , in continua evoluzione e cambiamento.

“Forse la cosa migliore sarebbe affrontare il neonato direttamente, con franchezza, all’americana. Dirgli: Salve, io sono tua madre. Mi pare corretto e  doveroso informarti che secondo una scuola di pensiero contemporanea, molto diffusa e attendibile, il mio ruolo nella tua vita è destinato a essere centrale e devastante. Puoi tranquillamente attribuire a me la colpa del novanta per cento circa di tutti i tuoi guai, problemi, frustrazioni, sfighe e catastrofi. Per il restante dieci per cento prenditela con Maastricht   o con la globalizzazione, mi sentirei di aggiungere oggi.” Lella Costa , Prefazione  di  “Qualche buona ragione per non sparare sui vostri genitori “, J. Paradis, Feltrinelli  Ed.  , 2000.