Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

La   mia testimonianza di italo-francese a proposito dei fatti tragici di Parigi

JE SUIS CHARLIE  STEFI

 

La paura è sempre cattiva consigliera, perchè ci porta sulla via apparentemente breve delle armi e del terrore e spinge e alimenta il cattivo pensiero della guerra

In questo momento a seguito dei tragici fatti di Parigi mi sento dal profondo del mio cuore di raccontarvi la mia testimonianza di italo-francese con qualche riflessione in merito.

Come ho già detto , in altre occasioni,  mio padre è francese di Aix En Provence e ha vissuto tutta la sua gioventù in una città come Marsiglia con amicizie provenienti da tutto il mondo e soprattutto aveva amici di origine araba , marocchina e algerina .

Grazie a queste radici familiari ho voluto mantenere la doppia nazionalità , quindi sono italiana ma sono anche  francese che vive all’estero (in  Italia appunto), avendo mantenuto anche la nazionalità francese per “ius sanguinis”, ma non solo ho voluto  la doppia nazionalità , quella francese perché sono innamorata della Francia e dei Francesi così come mi piacerebbe avere in realtà un passaporto da “cittadina del mondo “ perché sono innamorata di ogni nazionalità e di ogni cultura esistente, perché questi sono i valori con i quali sono cresciuta e che continuo a coltivare con grande rispetto e coerenza.

In questi giorni ho seguito col fiato sospeso l’evolversi   dei fatti tragici di Parigi e al momento anche per me l’impatto emotivo è stato devastante , poi però ho capito che la ragione non può arretrare lasciando spazio alla paura e al qualunquismo o perbenismo di maniera .

Il momento storico a livello internazionale è sicuramente complesso e il terrorismo di qualsiasi matrice esso sia è da respingere con tutte le forze e le energie possibili .

Per quanto mi riguarda, pur non conoscendo perfettamente le vignette di Charlie Hedbo,  e al di là di ogni ideologismo in merito    penso che attaccare in questo modo la satira e uccidere dei disegnatori, così come è successo a Parigi, sia stato un gesto e un messaggio gravissimo sul piano della libertà di pensiero e della  libertà umana.

Non bisogna assolutamente confondere i vari piani tra mondo musulmano e terrorismo , bisogna che i governi europei si aprano ad una maggiore collaborazione sui temi caldi dell’integrazione e per la diffusione di una pedagogia della pace e della tolleranza.

Come ha detto il famoso disegnatore Plantu (Le Monde) “ si può costruire la pace e c’è una pedagogia da fare in tutte le scuole attraverso un’educazione all’immagine”.

BISOGNA CONTINUARE A DISEGNARE!

Stefania Cavallo

11 gennaio 2015

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: