Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

 

IERI A BASIANO: ISTRUZIONI PER L’USO ANTI-CRISI E  MUTUO AIUTO

 

Incontro  Istruzioni per l'uso anti-crisi  e Mutuo aiuto

 

 

 

Ieri  è stato  un bell’incontro  alla presenza dell’Assessore Caneparo  e i partecipanti  tra cui alcuni amici che mi seguono da tempo nei miei percorsi  di sensibilizzazione culturale  su varie tematiche .

 

Purtroppo Il giornalista Rai Paolo Gila non ha potuto venire ma credo che ci sarà modo di incontrarlo  in altre occasioni future.

 

Ieri  ci ha raggiunto  anche il consigliere della Provincia di Milano  Massimo Gatti  , ex sindaco di Paullo,  soprattutto persona sempre  umanamente attenta  alle vertenze di chi ha perso il lavoro  , sempre a fianco  dei lavoratori , dei disoccupati e dei precari ; lo conobbi  personalmente a fianco degli ex -lavoratori dei wagon lits  al binario 21 a Milano   e l’ho ritrovato a fianco dei lavoratori e lavoratrici delle Jabail Ex Nokia Siemens di Cassina De Pecchi  e in  altre situazioni in cui  la  grande partita  attiene più a tematiche ambientalistiche e di difesa del territorio .

 

Per me è stato un vero onore che  si sia ricordato  dell’incontro  e infatti l’ho invitato a chiudere l’incontro  per raccontarci   la sua  intensa esperienza  di amministratore   della Provincia di Milano  su queste tematiche  e sulle innumerevoli vertenze che sta seguendo  .

 

 

Mercoledì  sarò  a Novara  nell’ambito del Festival dei Popoli  sui  temi di integrazione  e le seconde generazioni  ,  ove  racconterò  soprattutto  di alcuni  “Ritratti di donne  ai tempi della crisi”  e  di alcune testimonianze  di pacificazione possibile  nelle zone di guerra :

 

“In particolare sarà l’occasione per far conoscere una donna incredibile, una Tessitrice di Pace come la pedagogista e regista Edna Angelica Calò Livne che ha creato una Fondazione la “Beresheet La Shalom Foundation” (Beresheet è la prima parola della Bibbia e vuol dire “All’inizio”) che fa un lavoro immane e stupendo con le giovani generazioni israeliane e palestinesi, di varie etnie nel mondo attraverso lo strumento altamente educativo e unificatore che è il Teatro.”

(BLOG NOVARA 18 SETTEMBRE 2013 : http://festadeipopolinovara.blogspot.it/2013/09/i-protagonisti-della-festa-stefania.html )

 

Di seguito uno stralcio del mio intervento di ieri.

 

 

Intervento   Istruzioni per l’uso  del 14 settembre  (stralcio)

“La sorgente principale della pace e della felicità è la propria attitudine mentale, vale la pena di adottare strumenti per svilupparla in una direzione positiva”  Il Dalai Lama

 

PREMESSA 

Lo “stefania  cavallo- pensiero”

 

 

Buongiorno ,

ho sempre creduto  e  credo fortemente nei percorsi culturali a supporto del sociale  e del mio modesto lavoro  di mediatrice  e pacificatrice delle relazioni umane  .

 

Ho cercato di esprimere questo filo conduttore  del mio pensiero  con la frase seguente  inserita  sin dalla prima di  copertina  del mio nuovo libro “ISTRUZIONI PER L’USO ANTI-CRISI E MUTUO AIUTO”  :

 

Non voglio che mi rimpiccioliscano i miei desideri

…perché spesso ai  tempi della crisi questo accade, accade che

il mondo venga rimpicciolito!

 

Cosa voglio dire ?  Qui vi è racchiuso in pratica  tutto  lo  “stefania  cavallo- pensiero”  attuale   in cui  c’è il disagio  e tutta la consapevolezza  di chi  si  vede  “deprivato”   di   molto di ciò che aveva sino a qualche tempo fa  , il lavoro , le abitudini , gli affetti  , la spensieratezza  , la  progettualità  ,il  futuro , ma  in contemporanea  sa  che  nessuno può  togliere  la capacità di  “guardare oltre”  di gettare la mente e il cuore oltre  gli ostacoli , sa che   in questi casi o  si soccombe o  si cerca di superare l’empasse   per cercare delle soluzioni possibili  ; ecco  è con questa frase un po’ manifesto  evocativa  di  questo atteggiamento   non soccombente , “resistente” e   attivo  che desidero iniziare  questo incontro oggi  , con l’augurio di potervi contagiare  tutti col mio  inguaribile  positivismo  .

 

Questo atteggiamento   mi arriva dalla mia formazione   professionale  , da quando lavoravo , negli anni 90, come consulente e formatrice nel  motivare i dipendenti  delle aziende   a lavorare meglio   all’interno e all’esterno del  loro ambiente lavorativo  e  poi oggi mi  ritrovo   in qualche modo a  fotografare  una realtà lavorativa,  in particolare  relativa alle multinazionali  ,  che ha  disilluso  un po’ tutti  e tutto   facendo crollare  il  “monumento del  lavoro”   nel quale  avevamo creduto  e  sul  quale eravamo stati  formati ,  per giungere  allo stato di fatto attuale  in cui   il lavoro è quasi  qualcosa di invisibile , non si parla più di lavoro-dipendente  né di lavoro a tempo indeterminato  e in pratica da un’idea del  “ lavoro mitizzato” in cui potersi  realizzare come persone ,  col quale  riscattarsi  magari da un contesto sociale  molto umile ,  ci hanno fatto credere che  fosse possibile  , come   nei paesi  più competitivi europei ,  lavorare meno  guadagnando di più  , riprendendoci un po’ più di tempo libero  , migliorando la nostra qualità della  vita e  delle nostre relazioni , ma così non è stato,   almeno  oggi non lo è per molti .

 

Basta  ascoltare  i giovani su  come  vivono  la dimensione del  loro  precariato lavorativo  con ricadute pesanti sul loro  precario vissuto  e su come per molti ormai il lavoro  rappresenti qualcosa su cui  è inutile investire  troppo di sé,   perché non ne vale la pena , perché  tanto “ti usano e ti gettano” oggi , come  dei “vuoti a perdere” , come delle  “vite a perdere”  ,  così è ad esempio  nei call center , nelle cooperative  spregiudicate, nelle multinazionali   disumane  e   utilitaristiche.

 

Evidentemente tutto questo mi   ha interrogato  talmente che   sono stata  spinta  a capire  , ad indagare sul piano umano e sociale questo nuovo scenario   e suoi numerosi  protagonisti, ossia chi non ha più  il lavoro o è un nuovo  precario  cercando nuovi spazi  in cui  poter  recuperare  una propria  nuova dimensione   e una maggiore consapevolezza  rispetto  al nuovo contesto  socio-economico e di mercato .

 

Un’amica  di recente mi ha scritto una mail per il fratello disoccupato in cui  mi dice:

“DARE LAVORO SIGNIFICA DARE DIGNITA’, QUESTO VOCABOLO QUASI SCOMPARSO DALL’USO ODIERNO. PERCHE’ LA VITA DELLE PERSONE DEVE ESSERE LEGATA ALLE STRATEGIE MATERIALI E NON ALLE STRATEGIE DEL CUORE? QUESTO PENSIERO MI INTERROGA OGNI GIORNO….COSA POSSO
FARE? NON SO PIU’ A CHI CHIEDERE . SENTO QUASI LA VOGLIA DI MIO FRATELLO DI ARRENDERSI ED IO CHE FACCIO …..NON POSSO STARE A GUARDARE …..CHE FACCIO ?”

 

Il titolo un po’ provocatorio ?

MI è sempre piaciuta quella trasmissione della Falcetti , la brava giornalista un po’ sociale  che teneva la rubrica al mattino presto  alla radio “Italia: Istruzioni per l’uso” , ve la ricordate?  Mi piaceva il suo modo di andare al cuore dei problemi  delle gente comune  e  di   “provocare”  l’esperto di turno  perché fosse semplice nel   linguaggio e  concreto  nella possibile soluzione  .

Ecco,  da qui   l’evocazione  per  il   titolo del mio nuovo libro , a cui segue la vera questione  e proposta che è il “Mutuo  Aiuto”   per chi non più il lavoro.

Ho voluto scrivere questo nuovo contributo, a modi manuale divulgativo, per diffondere il più possibile degli strumenti metodologici e operativi di sensibilizzazione culturale per tutti coloro che a vario titolo desiderano “mettere al centro la valorizzazione della persona”, precaria o senza lavoro, ai tempi del “lavoro che non c’è”.

Stefania Cavallo

14 SETTEMBRE 2013

 

392/1316509

Pubblicazione dell’evento sul sito istituzionale della Provincia di Milano dedicato alle donne.

Di seguito il link: http://temi.provincia.milano.it/donne/news/newst.php?news=26994

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: