Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

VITE “SOTTO” PRESIDIO E ALL’ASTA !

Istruzioni per l'uso AMA

La sensazione attuale reale è che la situazione sia veramente molto grave ……avete notato che per la maggior parte degli italiani che stanno vivendo sotto o al limite della soglia di povertà , stimata intorno ai 1000 euro mensili, si vive in un continuo stato di presidio un po’ su tutto per la casa , per il lavoro e per la propria vita? In questi …giorni i media parlano di case occupate per poter avere un tetto sotto cui stare con la propria famiglia e i figli , in particolare questo fenomeno è dilagante nelle grandi metropoli italiane come Roma ; si parla del fenomeno delle assicurazioni auto che non vengono pagate perché gli italiani non riescono a garantirsi neppure più questa sicurezza , con tutta la gravità che ne consegue . L’altro tema quello delle “case all’asta” e delle “aziende all’asta” con le gravissime conseguenze sulla vita di molte persone e a cui spesso impotenti assistiamo . In questi giorni poi i gestori di gas ed elettricità stanno mandando in giro “chi” per loro ha il triste e insieme crudele compito di “tagliare” e togliere l’erogazione appunto di gas- metano , mentre per l’ elettricità si agisce elettronicamente dalla sede , in un altro modo ma sempre disumano anch’esso ! E a questo proposito mi sono sempre chiesta alcune cose che comunque voglio anche rivolgere allo Sportello dell’Acquirente Unico , un ottimo servizio nazionale su queste questioni dalla parte del cittadino, se in effetti i signori che “tagliano” e tolgono elettricità e metano si muovano in maniera legale oppure no , in quanto loro agiscono così : suonano al citofono o bussano ad un’altra persona del palazzo in cui devono operare , per la “riservatezza” non possono fare il nome del “poveraccio” di turno , e poi come se niente fosse eseguono con freddezza e cinismo il loro lavoro per cui sono pagati. Certo oggi chi si trova nella parte del “poveraccio” di turno spesso è una persona che ha perso il lavoro, in stato di reale indigenza, e che fa molta fatica a pagare queste bollette che lievitano sempre di più e anche a questo bisognerebbe porre un freno, credo. Dall’altra parte “ chi” opera per il “ gestore X “ , mi chiedo può in effetti entrare in una proprietà privata , con questo tipo di inganno tra l’altro, e operare indisturbato sul contatore “ tagliando “ l’erogazione del metano , anche se è di proprietà del “gestore X” ? Qualcosa mi dice che in questo meccanismo ci sia qualcosa di perverso e di non legale al 100 % , da approfondire o forse anche da denunciare a gran voce , chissà! Quante famiglie italiane , ogni volta che bussa qualcuno o arriva il postino si domandano : “ ma chissà oggi quale grana dobbiamo risolvere , cosa non abbiamo pagato e ci arriva maggiorato di interessi elevatissimi …sarà qualche comunicazione di qualche ente o di Equitalia ? ”  .   Si vive così col fiato sospeso, perché da persone oneste ci si percepisce in una dimensione nuova e drammatica perché si è imparato a convivere in questa situazione e ad accettare una vita senza più tutele e protezioni sulle persone e allora quello che accade , come miracolo  , è la solidarietà tra le persone della società civile , tra vicini di casa , tra coloro che presidiano il posto di lavoro e la propria casa perché non gliela pignorino, a costo della propria vita  .

Ci sarebbe molto da dire anche  sui drammi umani che in questi anni hanno creato e continuano a creare  le Banche  e  certi Direttori    e sono piuttosto stanca di  sentir dire soprattutto che   tutto questo  è   colpa di un  tenore di vita  che molti  italiani   hanno  pensato di potersi permettere  vivendo sopra le  proprie  possibilità …..forse  , non lo escludo  …….ma   ora non si può proprio dire che   tanti  italiani  non stiano  vivendo  molto al di  sotto delle proprie  possibilità  con grande dignità  e allora dov’è  l’inghippo?  Chi me lo spiega  ,  convincendomi  ?  

Quanti italiani stanno facendo sacrifici  da tempo? E  il walfare delle donne e delle famiglie ?    Forse  servirebbero  analisi più serie e meno general- generiche,   quando non  addirittura  giudicanti  e punitive  , tali da scatenare  in maniera meccanica  e inconsapevole   la drammatica farsa  della “guerra  tra  poveri ”  di cui sopra  . 

Stefania Cavallo 22 maggio 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: