Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

!cid_DF4573A73E17439C8E95553CA267CB9D@xpb5fc51164071

 

 

LINK  DELL’INTERVISTA  SU RAI TRE  CON PAOLO GILA  NELL’AMBITO DI  “BUONGIORNO REGIONE ”  h. 7, 53  lunedì  14 gennaio 2013   

ttp://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-87b1a9a9-48ee-4fb3-bf9f-a2a9412f56a6-tgr.html#p=0  

 

LA SPERANZA  di  Annamaria

10 gennaio 2013

 Gentilissima Dott.ssa Stefania Cavallo,

sono A.  C.  e le scrivo per ringraziarla di ciò che fa per gli altri, quegli altri che in questo momento di forte crisi rischiano la propria dignità, la propria identità. Molti sono gli aspetti che sottolineano l’ incapacità di uno stato, di una regione, di una provincia di chi dovrebbe sostenere in primis, questa realtà che soffoca fino ad arrivare a toccare quel baratro dal quale, solo con giuste persone è possibile uscirne.

Vivo a Benevento, una realtà fatta di precarietà, di affanni quotidiani, di voglia di essere considerato cittadino e non un numero, perché oggi tanti senza lavoro, tanti cassi integrati, tanti che ogni giorno sperano che sia quello giusto, quello pieno di nuova luce.

Ho un fratello che da quasi nove mesi vive la situazione della cassa integrata e nessuno ancora sa le sorti di tanti come lui sono alla ricerca di risposte, dove chi dovrebbe fornirle non osa comunicare nessun barlume di quella speranza che possa far risollevare il proprio stato d’ animo.

Come sorella e con me i miei genitori e l’altro fratello cerchiamo di evitare quella disperazione quasi patologica che ogni giorno leggiamo sul suo volto.

Mi piacerebbe sapere a chi rivolgersi e cercare una nuova e futura collocazione lavorativa che possa ridare speranza a chi ne ha bisogno.

Vorrei essere quella piccola goccia in un oceano di speranza.

Le invio il mio curriculum vitae per raccontarmi.

Grazie per la sua attenzione e le auguro una serena giornata, con la speranza che il suo spendersi amorevolmente per gli altri possa essere un esempio per tanti.

Mi piacerebbe un giorno incontrarla.

!cid_DF4573A73E17439C8E95553CA267CB9D@xpb5fc51164071

 

 

LAVORO   di Vincenzo

9 gennaio 2013

 Carissima Dott.ssa Cavallo sono un sessantenne che nel 2003 ha perso il lavoro,
in quanto la ditta in cui lavoravo ha chiuso i battenti nel 2002 , per cessata
attività.
Sono stato in mobilità ordinaria ai sensi degli articoli 4 e 24 della legge 23
luglio 1991 n. 223 per i 4 anni di legge in quanto quanto sono stato licenziato
dalla mia ditta avevo 50 anni. Finita la mobilità nel mese di febbaio 2007,  ho proseguito nel programma pari e poi successivamente ho proseguito con la mobilità in deroga , sottoscrivendo patti di servizi tramite il centro per l’impiego di Napoli (ex
collocamento)  per un eventuale programma d’Azione per il Re-Impiego per
lavoratori  svantaggiati. Tutto ciò fino a Dicembre del 2011. Ora mi chiedo
giunto all’età di 60 anni, cosa dovrei fare.  Chiedo a Lei dott.ssa Cavallo se
mi può dare notizie in merito  ed un eventuale aiuto per poter fare qualcosa.

Saluti , Vincenzo  C.

!cid_DF4573A73E17439C8E95553CA267CB9D@xpb5fc51164071

 

 

UNA VITA MIGLIORE  di  Giuseppe 

9 gennaio 2013

 Carissima dottoressa oggi vi ho visto alla 3 rete tv ho fatto una ricerca sul p. c. e vi ho telefonato, sono di Napoli la mia storia e difficile anche a
raccontarla io 3 anni fa ho perso il lavoro la ditta dove lavoravo ha chiuso
fino a pochi mesi fa sono riuscito a andare avanti a fare i lavori piu’ umili
in nero x tirare avanti con un affitto da pagare e una famiglia da mantenere adesso sono disperato non so piu’ cosa fare cerco un lavoro qualsiasi ma tutte  le porte sono chiuse non so a chi rivolgermi vorrei venire da voi a Inzago ma non posso, il motivo non e difficile capirlo distinti saluti  .  Giuseppe  D. V.

 !cid_DF4573A73E17439C8E95553CA267CB9D@xpb5fc51164071

 

ANNAMARIA……

Cara Dott.ssa Stefania Cavallo,

infinitamente grazie per la sua attenzione.

Non c’è dono più bello da poter fare ad una persona, chissà che un giorno non lontano potremmo incontrarci e scambiare quattro chiacchiere su quanto sia bello conoscere l’altro e confrontarsi sulle vicende di una vita che a volte sfugge, ma il fermarsi e il riflettere insieme accorcia le distanze e allunga il tempo che scorre.

La chiamerò presto.  A. C.

Una serena serata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: