Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Libri
(a cura di Stefania Cavallo)

IL CORAGGIO DI MEDIARE. Contesti, teorie e pratiche di risoluzioni alternative delle controversie,  a cura di Fulvio Scaparro, Guerini & Associati, 2001

CON GLI OCCHI DEL NEMICO . Raccontare la pace in un paese in guerra di David Grossman, Mondadori, 2007

Vi è un filo rosso che in qualche modo collega queste due pubblicazioni nel senso che entrambe forniscono ottimi spunti per riflettere e approfondire i temi del conflitto e della pace e così  come spesso i “grandi “ conflitti hanno da dire delle cose ai “piccoli” conflitti e viceversa.
Il primo libro è una raccolta di saggi di Autori Vari sul tema della necessità di mediazione e di mediatori che aiutino le parti a negoziare in un’ampia gamma di contesti , dalla politica locale a quella nazionale e internazionale, dai tribunali alla scuola, dalla famiglia all’azienda .
In un ambiente culturale, come quello attuale, più portato allo scontro che al dialogo occorre lavorare già in famiglia e a scuola per preparare un terreno fertile in grado di accogliere e far crescere strumenti alternativi alle prove di forza.
Occorre che le scuole di formazione per mediatori si pongano obiettivi alti, gli stessi che questo libro, con la sua impostazione interdisciplinare e il libero confronto tra studiosi con lunga esperienza di pratica e di riflessione su questi temi, ha l’obiettivo di trasmettere  , spiegando non soltanto come, quando, in quali ambiti e in quali limiti mediare, ma anche e soprattutto perché vale la pena di mediare.
La mediazione non è soltanto una tecnica né soltanto un’utopia. E’ una tecnica fortemente carica di utopia. Richiede al mediatore e alle parti in conflitto competenza, coraggio, praticità, pazienza e capacità di sostenere il carico emotivo dei conflitti senza perdere di vista l’obiettivo, arduo ma non impossibile, di realizzare scenari diversi da quelli  che oggi ci vedono in lotta (Fulvio Scaparro, psicoterapeuta, ha fondato , nella seconda metà degli anni Ottanta, l’Associazione GeA-Genitori Ancòra  di Milano per la formazione di mediatori familiari e l’informazione sulle tecniche di soluzioni alternative alle dispute – ADR- . E’ presidente del Comitato Etico Indipendente dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Ha insegnato Psicopedagogia nell’Università degli Studi di Milano).
Da  libri come questo si riesce a trovare una chiave di lettura anche per altri percorsi letterari che intendono “raccontare la pace in un paese in  guerra”  come  con  il bel libro di David Grossman  “Con gli occhi del nemico”  già pubblicato da Mondadori.
In una  ormai datata intervista su Repubblica (15 giugno 2007 u.s.) ,per la presentazione del libro, David Grossman diceva: “ Ho la sensazione che nessuno cominci veramente una guerra, le guerre si continuano. La pace quella è una cosa che si deve cominciare. Guerreggiare, disgraziatamente , è una cosa quasi naturale per troppi paesi, troppe culture  e troppe religioni. Ci vogliono molti sforzi e alle volte bisogna agire contro i propri istinti per cominciare a dare fiducia agli altri, per cominciare ad aprirsi, per essere in grado di vedere la realtà attraverso gli occhi dell’altro. ” .

Grossman, così come un altro suo collega israeliano contemporaneo Amos Oz, (lo ricordo  per  la sua proposta di un’arma non convenzionale quale il “compromesso”; le sue idee le ha esposte in un libricino Contro il fanatismo, pubblicato da Feltrinelli, dove non risparmia frecciate al falso buonismo degli intellettuali europei),  testimoniano, attraverso le loro opere, una profonda fede nella natura del dialogo e pensano  che due parti che  comincino un dialogo senza condizioni preliminari, nella maggioranza dei casi ne emergeranno diversi , un po’ più amici di prima.
(David Grossman, nato a Gerusalemme dove vive tuttora, è noto in tutto il mondo per i suoi romanzi ed è autore di importanti saggi sulla questione mediorientale).

——————————————————————————————————————–
PER INFORMAZIONI
Spazio di Mediazione Familiare e di Ascolto – Basiano :   cell. 392/1316509  – dr.ssa Stefania Cavallo
Mail: stefania.cavallo@alice.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: