Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

LA MIA SOLIDARIETA’  AI LAVORATORI DELLA GARTICO DI BASIANO  E ALLE SUORE –LAVORATRICI DELL’ASILO DI MASATE

L’alternativa alla logica  “dell’ognuno pensi per se”  perché   il territorio non è indipendente dalle  realtà produttive/ servizi  e da chi ci lavora .

Questa  affermazione  che spesso ricorre negli incontri pubblici sul  LAVORO  ai quali sto partecipando  , (anche  portando con me il progetto di LAVORATORI ACROBATI )  , qui nella zona della Martesana  e non solo , mi è risuonata in mente  leggendo  dalla cronaca , sulla nostra gazzetta  ,  sia i commenti   sugli episodi della Gartico  di Basiano   sia  gli episodi  relativi alle sorti  delle suore dell’asilo parrocchiale di Masate  ;  dico questo in quanto seppur diversi  , questi episodi ,  da molti punti di vista ,  mi sembra però che  riflettano un comune disagio , e  insieme un’ opportunità,   e cioè  quello di farci riflettere   e  di richiamarci a fare   tutti la nostra parte  ,  oltre a cercare fortemente  delle responsabilità  e delle soluzioni   adeguate .

Nel leggere i vari commenti istituzionali  e dei rappresentanti politici   si capisce che in entrambi i fatti , ribadisco  seppur molto  diversi  , emerge l’esigenza di  approfondimento  e  di  maggiore comprensione  delle  azioni  e dei soggetti coinvolti  ma emerge soprattutto  l’interrogativo  se queste situazioni si potevano prevedere  e mediare preventivamente  !

Il sospetto  è che   si colga  dall’esterno   un po’ questo atteggiamento culturale   “dell’ognuno pensi per sè’”  e che  invece  solo la società civile  riesca  a fare la sua parte  veramente ,  soprattutto   laddove  ci siano state delle azioni  preventive  e di sensibilizzazione  adeguate  sul territorio .

Soffermandomi in particolare sui fatti di Basiano , certo dice bene chi  chiede  di approfondire  e di fare un’interpellanza   su ciò che è accaduto   alla Gartico  perché  ce lo  spiegano   molto bene  gli esperti    sul tema   che  sul fronte del complesso e controverso  mondo delle cosiddette “cooperative”  troviamo un mondo  che sta diventando sempre più  sinonimo di “gestione spregiudicata”  di  lavoratrici e  lavoratori  spesso al limite della legalità   e in collusione con  sistemi  “a piovra”  opachi  e  moltiplicatori di costi  a scapito di qualsiasi  forma di rispetto  dei lavoratori stessi  e della  dignità  umana .

Questi  lavoratori  ,  per i motivi che si possono immaginare,   rimangono a loro volta  ostaggi di questo sistema “a piovra”   in cui perdono  qualunque diritto .

Ci sono alcuni strumenti che possono aiutare  a spezzare questo meccanismo  di “nuova schiavitù”  delle lavoratrici e dei lavoratori  contemporanei  che sono costituiti dall’attività di  ricerca  di “irregolarità”  e di elusione  che si verifica a capo del sistema delle cooperative attraverso un controllo dei consorzi  e con i  controlli  incrociati  di tipo  societario   e  sugli incarichi delle persone  che vi lavorano a livello di presidenza e dirigenza .

Di recente grazie all’attività  di magistrati  e della Questura , in collaborazione col sindacato  (es. CGIL)   si è riusciti a far chiudere già  alcuni consorzi  che  spesso sono gli  artefici principali  di  questa catena di opacizzazione  di responsabilità tra azienda ed ente appaltatore.

Mi auguro che  su questi fatti ognuno  possa  portare  democraticamente il suo pezzo di contributo e di solidarietà concreta  , sia  per la Gartico che per l’asilo parrocchiale  di Masate ,    in quanto  tutte  le lavoratrici  e i lavoratori  coinvolti  vengano  tutelati  e salvaguardati  egualmente  come  fondamentali risorse   che  valorizzano  il nostro territorio   quale  importante   patrimonio   collettivo e sociale  e non come qualcosa  di indipendente e “altro” da noi .

Stefania Cavallo  (sociologa , mediatrice   e autrice di Lavoratori Acrobati)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: