Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

Ma cos’è questa crisi……..parapapa – parapapa-parapapa !!!

Questa crisi  ci dà l’opportunità, per chi  la voglia cogliere , di  considerare  l’importanza del porsi delle domande come ….porsi il problema di cosa fare in certe situazioni …..ossia siamo davvero attenti ai segni di quello che ci succede intorno? Possiamo stare sereni che sia tutto “normale” o se in questa “normalità” non ci siano dei parametri ?!

Questa digressione (presa  da una bellissima intervista  di Fabio Fazio a  Marco Paolini su “Ausmerzen – Vite indegne di essere vissute”  Ed. Einaudi”  ;   l’intervista con Paolini inizia a 0.19 minuti e 10 secondi della trasmissione. https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=A7zK8GKc6Jc)

è per dire   molto concretamente che  tanti sono gli agganci alla nostra contemporaneità   e se pensiamo all’attuale dramma   e crisi del mondo del lavoro  .

Pensate  quando  capita di incontrare  , come è successo a me,   chi dice  “ Ma perché c’è la crisi?  Dove la vedete? “   e con  un bel respiro  cerchi di dare una risposta  che  faccia comprendere  a quell’interlocutore  che  basta leggere la cronaca  quotidiana  o  “guardare”  a quante persone perdono il lavoro, a quante vertenze , ben 300  se non di più , sono sui tavoli ministeriali per una  soluzione adeguata , ai suicidi   in aumento continuo ed inquietante e alla percentuale di giovani  (circa il 36 %)  che non trova lavoro  o che 1 bambino  su 3  diventa “povero”   !

Personalmente  ho seguito abbastanza da vicino  la storia de “i Licenziati dei treni notte”  che peraltro  proprio oggi  vedono il ripristino del loro servizio estivo di collegamento dal Sud al Nord   , così come ho conosciuto bene la storia delle lavoratrici  dell’ OMSA di Faenza   e infine  da poco  ho avuto il piacere di  conoscere di persona  i lavoratori della Jabil /Ex Nokia   di Cassina De Pecchi  e nel racconto  di tutte queste persone  , in queste tre diverse realtà  (diverse solo in apparenza ) ,  emerge  ancora una volta  una gestione spregiudicata   aziendale  a discapito  del lavoratore  e del lavoro ,  nel senso che  il discorso sembra  essere  sempre lo stesso  ossia che spesso viene negato il fatto   che ci siano commesse/ordini   e così facendo si porta la realtà produttiva a  chiudere   perché in negativo  , ma di fatto così non è  .

Quelli che affermano  che  “il tasso dei suicidi  è sempre stato un trend  in queste fasi cicliche
di crisi “ !

Mi domando allora  se dobbiamo veramente pensare  che sia così  e che in qualche modo  dobbiamo accettare ed assuefarci a questi trend  disastrosi  e disumani  o si può incominciare  a pensare  di poter  invertire questi trend ?

Molti sono anche gli  imprenditori che hanno  lanciato  “un grido” di dolore e di richiesta  forte di  aiuto al nostro Governo, anche per i loro  lavoratori , per i  colleghi e per tutti noi ,  spiegando che  questa è l’Italia che  ha voglia di rimboccarsi le maniche e che questi imprenditori non devono essere lasciati soli   “a morire” , a volte, in tutti i sensi !

Di questi piccoli imprenditori  e di questi lavoratori  l’ Italia ha bisogno e a

loro , come governo,  chiederei  umilmente  un aiuto su come uscire dalla crisi .

Stefania Cavallo
10 giugno 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: