Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

LAVORO IN PIAZZA  

DONNE E  PRECARIATO  CON KATTY CARRAFFA NIDIL CGIL MILANO

Ieri sera si è tenuta , in Sala Consiliare di  Masate,   la seconda serata  dell’iniziativa  “Lavoro in piazza”  organizzata  dai due partiti   SEL e Rifondazione comunista di Masate e Basiano .

Il tema di grande attualità  su  “Donne e precariato”  ha visto la presenza  di un’ospite d’eccezione  come Katty   Carraffa   del NIDIL CGIL di Milano,  con  Antonia Bini rappresentante  SEL di Basiano e Masate   e il delegato Fiom CGIL  presso Nacco  di Masate   Luigi Malafronte.
Ho avuto il piacere di moderare la serata    che si è  svolta in maniera informale  e alla quale  hanno partecipato  con interesse  un numero discreto  di  persone   tra cui anche alcuni   esponenti  sindacali  di altre realtà   site in  Gessate  ed esponenti di associazioni  del territorio  oltre ad esponenti della società civile .

Si è partiti  con la breve proiezione di  uno spezzone filmico tratto dal film  “Tutta la vita davanti” di Virzì    e  dal mondo del call-center   per poi   estendere il discorso  a tutto il precariato  e alle diverse forme   del  lavoro  attuale  con  i contratti cosiddetti  “atipici” .

E’ stata affrontata la questione un po’ spinosa di come  le lavoratrici e  i lavoratori  precari in questo preciso momento storico  si rivolgano allo sportello NIDIL CGIL di Milano , (vd.  tutta  la casistica dei lavori atipici ) con molto timore  e   molto spesso   decidano di  chiedere un supporto  per

l’ eventuale  vertenza  solo allo  scadere  del loro contratto di lavoro; si è parlato del fenomeno delle “partite IVA”   e di come si stia sempre più diffondendo   questa  richiesta/ricatto    ai lavoratori nel  momento   di  ingresso  al   mercato del lavoro  e ad essere penalizzati  sono soprattutto i giovani e  le donne .   Si è toccata la vertenza delle lavoratrici  dell’OMSA di Faenza   , una vertenza ancora tutta in divenire e  aperta  , in cui queste lavoratrici  molto probabilmente  dovranno  essere riconvertite  dal settore calze al settore  dell’arredamento  /salotti  , con tutta una serie di problematiche annesse che ben si possono immaginare  e che molto ci interrogano  sullo scenario  attuale   del lavoro  in Italia   .

Spesso il sindacato allo stato attuale è privo di   strumenti reali per poter incidere concretamente nel cambiare questo stato di cose   e    chiede  a grande voce   l’intervento  massiccio della politica   e di  “politiche” del lavoro  che  portino lavoratrici e lavoratori  ad   intravedere   con positività   un  presente e  un futuro  decisamente   migliori  per   tutti noi  e  per i nostri   figli.

Il prossimo  appuntamento  è previsto per il 13 aprile  in cui si parlerà del fenomeno delle Cooperative  e  si  toccheranno  diverse vertenze  relative  a Esselunga  di Pioltello , Carrefour    di Carugate , l’Ortomercato di Milano  e i Licenziati dei wagon-lits   che  , ormai da  tre mesi,   continuano  la loro  “protesta  pacifica” dalla   Torre Faro della Stazione Centrale di Milano per rivendicare  il diritto alla mobilità  e  al lavoro .

Stefania  Cavallo

17 marzo 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: