Solo coloro che sono abbastanza folli da voler cambiare il mondo …lo cambiano davvero!Just another WordPress.com site

“Nessuno si libera  da solo….ma insieme,  SI’ !” Don  Andrea Gallo   

Ieri  al binario 21  abbiamo avuto l’indimenticabile visita di Don Gallo  , accompagnato da Alba Parietti,  ma , prima di tutto questo,   ho avuto il piacere  di ri-trovare i magnifici “super-tre”  Carmine Rotatore, Oliviero Cassini e Giuseppe Gison   non più sulla Torre Faro  , la loro compagna di avventura,  ma “sotto”  al   cosiddetto “presidio  del cuore”  in cui eravamo veramente in molti  ieri  per l’eccezionale occasione.

Ho incontrato quasi  subito  Oliviero  e poi a ruota  , magicamente,   mi sono apparsi   anche Carmine e Giuseppe  e la gioia personale è stata  veramente  immediata e grande.

Il caso (oppure no…)  ha voluto  che , senza aver  programmato nulla ,   siamo  riusciti con un’amica   ( Liliana Pelanda , anche lei un’ ”habituée”  del posto ormai )   a fare una foto con loro,     perché  avevo il desiderio di immortalare quel momento che rappresentava per me  un cerchio che si chiudeva  .  Avendo sperato e patito per la loro  sorte  , per circa due mesi ,  era importante ora poterli rivedere  e rincuorarli  sul fatto  che  il loro gesto  “primordiale” di salire sulla Torre Faro quello scorso   11  dicembre del 2011  e    “ la  loro  discesa “  non l’ho mai letta come una resa  bensì  come  una continuità della loro  proposta pacifica di lotta  e che  il loro esempio    ha contagiato virtuosamente  molti altri ex-lavoratori  , non solo    dei wagon-lits,    anche di  altre realtà   oltre che   la sottoscritta  .

Ieri   ho incontrato  così   un’altra amica  ,  Nicoletta Delfino  , splendida donna  ,  praticamente senza lavoro ormai  da tempo   , ma come lei  lì , sotto la Torre Faro,  se ne incontrano tante di persone  nelle stesse condizioni che portano quotidianamente la loro solidarietà   e questo aspetto lo trovo sorprendente  perché è il segnale  forte che  il bisogno di  condividere  questa protesta pacifica per il diritto  al  lavoro  e per la mobilità   è  universale  e  tocca tutti  , come se  fossimo “presi  o  persi”    per   una maggiore sensibilità  umana  che ci accomuna ,  “a  prescindere”   dalle singole storie,  vissuti  personali o politici   .

Lì alla Torre Faro del binario 24  – alias binario 21   si è creato un micro -cosmo umano   in cui è molto facile poter intercettare  e raccogliere storie  di “lavoro che non c’è”  , infatti penso che   sarebbe un bel esercizio per chi è appassionato di “scrittura”  e di  “narrazione biografica ” ,   stare lì  e vedere , capire  e  scrivere  , potersi  far raccontare la  singola  storia  , il singolo vissuto   e il senso dell’essere lì  per ciascuno  e il recarsi  quasi  quotidianamente  a testimoniare  la  propria  vicinanza   con  le  tante   azioni concrete a supporto della causa .

Ognuno di noi  cerca di contribuire come meglio può  nel  fare in modo che su questa vertenza  , che forse  è diventata un po’ l’emblema  di una “summa “ delle altre  situazioni di “lavoro che non  c’è” ,   non si spenga  l’attenzione  sia dei media che della società civile  perché come ha ricordato ancora Don  Andrea Gallo  “Nessuno si libera  da solo….ma insieme , SI’ !”   perché  ognuno di noi ha provato o sa che potrà provare   a  “stare sulla Torre”  che per me rappresenta  la metafora  di uno stato di sofferenza  immensa    che si crea nel   momento  in cui  sei consapevole  che  qualcuno ha deciso  di  toglierti  tutto  , soprattutto la tua dignità  di persona  e togliendo il lavoro  ogni identità   viene irrimediabilmente   spezzata .

Certo mi piacerebbe molto essere smentita  su quest’ ultimo punto della questione!

Stefania Cavallo
9 marzo 2012

Annunci

Commenti su: "“Nessuno si libera da solo….ma insieme , SI’ !” Don Andrea Gallo" (3)

  1. Interessantissimo l’accostamento della Torre del Faro a un microcosmo umano. Unan torre di problemi alla cui vetta siede l’uomo. E’ l’uomo dei bisogni, l’uomo precario, fragile e vulnerabile. La torre mi piace immaginarla come un monumento di solidarietà e visibilità.

  2. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: